XVIII Olimpiadi italiane di Astronomia: 4 studenti del Ruiz di Augusta accedono alla fase interregionale

Si tratta di Scino e Spadaro della IAL del Liceo delle Scienze applicate e Campisi e Bandiera della II QL del Liceo scientifico quadriennale

Quattro studenti augustano dell’istituto superiore Ruiz sosteranno la gara interregionale 2020 della XVIII edizione delle Olimpiadi italiane di Astronomia. Si tratta di Giulia Scino e Michelangelo Spadaro della IAL del Liceo delle Scienze applicate per la categoria Junior 2 e di Antonio Campisi e Riccardo Bandiera della II QL del Liceo scientifico quadriennale che lo scorso 4 dicembre hanno superato la prima, severissima, selezione di 9728 partecipanti provenienti da 204 scuole italiane, che ha portato all’ammissione di soli 908 studenti. I 4 augustani disputeranno a suon di problemi, su stelle e pianeti, l’accesso alla finale che si svolgerà a Perugia dal 21 ed il 23 aprile prossimo.

Le gare interregionali, della durata di due ore e mezza si svolgeranno simultaneamente in tutta l’Italia il 13 febbraio 2020 per la categoria Junior 1 ed il 14 per le categorie Junior 2 e Senior e consisteranno in una prova scritta che prevede la risoluzione di problemi di astronomia, astrofisica e cosmologia elementare, argomenti non tutti previsti all’interno delle discipline curriculari. Per questo le Olimpiadi italiane di Astronomia sono promosse dal Miur e inserite nel programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze.

Gli studenti meritevoli saranno inseriti nell’Albo nazionale pubblicato sul sito dell’Indire e potranno ricevere anche un premio in denaro. Soddisfatta del risultato, la docente referente, Daniela Averna, la dirigente scolastica Maria Concetta Castorina, e tutto il corpo docente che sottolineano come “il superamento di una gara impegnativa, quali le Olimpiadi di Astronomia è il segno tangibile dell’impegno profuso in questi anni dal Ruiz nella preparazione dei propri studenti e nella costruzione di percorsi didattici transdisciplinari motivanti per gli allievi

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo