Rientrano ad Augusta i sette infermieri della Marina militare impegnati all’Oasi di Troina

Il loro intervento era stato richiesto dal sindaco di Troina per la situazione particolarmente difficile che si era registrata nella struttura per disabili

Sono rientrati ad Augusta i sette infermieri della Marina militare impegnati dal 29 marzo scorso all’Istituto di ricovero e cura Oasi Maria onlus, diventato uno dei maggiori focolai siciliani. E proprio per la presenza di numerosi casi di pazienti e operatori sanitari contagiati dal Covid 19 il loro intervento era stato richiesto dal sindaco di Troina.

In un mese di presenza il personale sanitario impegnato è stato costantemente a contatto con una situazione particolarmente impegnativa sia per la tipologia dei pazienti ricoverati sia per l’elevato numero di utenti positivi al coronavirus.

Ad accogliere i sette infermieri di ritorno ad Augusta è stato il comandante marittimo Sicilia, contrammiraglio Andrea Cottini e il direttore dell’Infermeria presidiaria di Augusta capitano di vascello Pasquale Iermano. Un momento particolarmente toccante durante il quale il comandante ha ringraziato per l’assoluta professionalità e disponibilità dimostrata tutto il personale impegnato a Troina.

“Una esperienza forte e allo stesso tempo gratificante che ci rende orgogliosi di far parte della Marina“- ha commentato uno dei sottufficiali del team.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo