Presentato il nuovo Bollettino della Società augustana di storia patria nel ricordo di Marcello Giordani ed Ennio Morricone

È il quinto numero della collana ed è composto da 12 articoli e 352 pagine che analizzano diversi aspetti relativi alla storia della città e del territorio con il contributo di studiosi, giornalisti e cultori di cose patrie

È stata aperta con un omaggio ad Ennio Morricone e l’esecuzione di un medley di sue colonne sonore interpretate dalla soprano Francesca Ussia, accompagnata dai maestri Salvatore Passanisi e Pamela Patania dell’Hyblea Music, la serata di presentazione del Bollettino della Società augustana di Storia patria. Si tratta del quinto numero della collana augustana ed è composto da 12 articoli e 352 pagine che analizzano diversi aspetti relativi alla storia della città e del territorio con il contributo di studiosi, giornalisti e cultori di cose patrie.

Tra questi c’è l’editoriale dell’augustana Katia Ballacchino, antropologa culturale, che è intervenuta con un video messaggio, il “Ricordo del socio onorario Marcello Giordani” a cura di Michela Italia, giornalista e amica del compianto tenore, scomparso a ottobre dell’anno scorso improvvisamente a cui è stata dedicata anche l’Ave Maria della Cavalleria Rusticana, in onore dello spettacolo che lo stesso Giordani donò alla città in piazza Duomo qualche anno fa e il testo su “Salvatore Morana, un caduto augustano nel Secondo conflitto mondiale” scritto da Franca Morana, intervenuta con altri familiari che hanno donato al Museo della Piazzaforte due frammenti di schegge che uccisero il loro congiunto.

Alla serata di presentazione che si è svolta nel cortile esterno della parrocchia del Sacro Cuore, aperta dal presidente Giuseppe Carrabino hanno preso parte, tra gli altri, Luca Pellino, il direttore dello Stabilimento Buzzi Unicem partner della Società per le attività socio-culturali, il sindaco Cettina Di Pietro, il senatore Pini Pisani, e il docente universitario Eugenio Magnano di San Lio.

Tutto si è svolto nel rispetto delle distanze di sicurezza imposte dal Covid 19.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo