Covid 19, nuovo giorno con quasi 2mila contagi in Sicilia: meno di 200 in provincia di Siracusa

Italian Indoor rowing challenge, la Canottieri club nuoto Augusta partecipa alla gara virtuale

Secondo Gabriele Maci che ha conquistato il titolo siciliano Indoor nella categoria Cadetti e la miglior prestazione cronometrica in regate Indoor di un cadetto siciliano con il tempo di 4’ 52’’6

Quattro atleti della Canottieri club nuoto Augusta in collegamento live  dalla  sede di Marisicilia hanno partecipato, nei giorni scorsi, alla Fic Indoor rowing challenge, un  contest virtuale che ha visto più di 700 canottieri italiani misurarsi sulle distanze di categoria sul remoergometro. La gara, valevole per le società isolane come Campionato siciliano Indoor 2020, è riuscita nonostante la distanza che divide le varie società remiere italiane e ha visto gareggiare,

Gabriele Maci  ha lottato alla pari a 1400 Km di distanza contro il trevigiano del Dlf di Treviso Giacomo Cappelletto, cedendo solo alla fine dopo una lunga battaglia durata 1500 metri, che ha visto l’augustano in testa per 1000 metri. Un risultato prestigioso che gli è valso il secondo posto, ma anche il titolo siciliano Indoor nella categoria Cadetti e la miglior prestazione cronometrica in regate Indoor di un cadetto siciliano con un ottimo tempo di 4’ 52’’6. Terzo si è piazzato Fabrizio Fragomeno del Circolo canottieri di Napoli

Nella categoria Senior leggeri terzo si è piazzato nella classifica regionali Francesco Spinali, che ha fatto una buona prova superando anche i suoi limiti, sodisfacente anche la gara di Edoardo Carrubba,  sesto  e di Emiliano Mercurio ancora lontano dai vertici nella classifica regionale.

Anche questa stagione è terminata e nonostante tutto – ha fatto sapere la  società – riusciamo sempre a dare lustro e onorare questo sport e questa città. Senza voler ricordare tutti i nostri campioni che negli anni sono cresciuti nella Canottieri club Nuoto Augusta continuiamo sempre a fare emergere giovani talenti sportivi grazie alla nostra passione e con pochissimi aiuti, in particolare ricordiamo e ringraziare due amici che si sono dimostrati vicini a questa società e nei limiti delle loro possibilità, Alberto e Biagio, e coloro che senza nulla chiedere hanno sostenuto e accompagnato questa società a promuovere lo sport del canottaggio, Valentina, Luca, Seby e Domenico”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo