In tendenza

Ipotesi allargamento confini dell’Autorità portuale a Siracusa: lavori in corso

Il presidente dell’Adsp Di Sarcina si è detto favorevole all’inserimento del Porto grande di Siracusa e della Baia di Santa Panagia

Se l’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale non estenderà i propri confini territoriali al golfo Xifonio fino alla penisola Magnisi sta, invece, valutando la possibilità di allargarsi a sud a Siracusa, inglobando anche il Porto Grande e la Baia di Santa Panagia all’interno dell’Adsp che da agosto può contare anche sulla presenza del porto di Pozzallo, nel Ragusano. È quanto emerso durante la recente conferenza stampa di fine anno del presidente dell’Autorità portuale Francesco Di Sarcina che si è detto favorevole a questa ipotesi di allargamento, che già in passato era stato discussa e affrontata con pareri divergenti.

“Confesso che a me piacerebbe molto farlo, perché – ha detto – credo che oggi la tendenza di creare dei sistemi articolati e complessi come è quello della Sicilia orientale,  che ormai è un sistema complesso, siano il futuro. I porti che restano  da soli non hanno molta strada da fare. Faccio un esempio banale, se noi gestiremo come sarà le crociere di Catania e Pozzallo in un’unica governance,  Siracusa rischia di essere un nostro concorrente, se noi andremo a  fare  network, utilizzeremo al meglio tutte le banchine”.

Una posizione più tecnica che politica che dovrà fare i conti con la politica del territorio, di questo è ben consapevole il numero uno dell’Adsp che tuttavia ha già avviato le prime interlocuzioni in tal senso.

“Chiaramente la mia è una posizione tecnica non politica  che dovrà  fare i conti con il desiderio del territorio che io rispetto – ha aggiunto -. Abbiamo fatto già dei primi passaggi con l’amministrazione comunale di Siracusa, ho ascoltato degli operatori, naturalmente c’è chi è convinto positivamente chi invece negativamente. Credo che vedere cosa accadrà a Pozzallo, che ha rotto gli indugi da questo punto di vista, potrà essere utile nel bene e nel male per prendere le decisioni anche su Siracusa”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo