Il ministro Azzolina a Floridia, visita al liceo “Da Vinci”

“Daydream”: prima produzione a distanza di un brano musicale, firmato anche da Gian Marco Castro da Augusta

Nella quarantena imposta per evitare la diffusione del Covid-19 il compositore augustano, insieme al fisarmonicista laziale Roffi e al produttore vicentino Matthew S hanno realizzato un brano anche di speranza

Porta anche la firma di un giovane augustano “Daydream”, il primo esperimento di “smart playing music”, di produzione da remoto di un brano nato proprio in questi giorni di quarantena per l’emergenza del Covid-19. Si tratta di Gian Marco Castro, ventiquattrenne compositore e pianista augustano che ha realizzato il brano insieme al fisarmonicista laziale Pietro Roffi e al produttore vicentino Matteo Scapin – in arte Matthew S. Tre artisti con formazioni musicali diverse che hanno trovato una sintesi nella musica in “quel sogno ad occhi aperti che stiamo vivendo in questi giorni, un momento triste dal quale vorremmo svegliarci ma è anche il sogno luminoso che lascia sperare in un futuro pieno di vita”. Convinti che la musica non si deve fermare mai, soprattutto in un momento di scoramento globale come questo.

I tre artisti, che non si conoscevano prima, ma che hanno la stessa etichetta torinese “Il nuovo rumore italiano” (Inri), hanno lavorato dalle loro rispettive abitazioni sparse in Italia costruendo una linea melodica, arrangiamenti e suoni della composizione registrata che, da oggi, è scaricabile da tutte le più importanti piattaforme musicali. “Tutto è nato quando, durante la quarantena imposto dal Governo, – ha raccontato Castro – ero nella mia stanza qui ad Augusta a suonare il piano. È uscito fuori un tema e ho chiesto ai miei followers su Instagram se ci fosse qualcuno interessato a collaborare con me per fare un brano insieme. Il primo a rispondermi è stato Pietro che aveva avuto la stessa idea, così poi abbiamo pensato di inserire anche la musica elettronica con Matteo che è un grande conoscitore. Stiamo diventando, tra l’altro, anche amici, questa esperienza nonostante la negatività generale ci sta portando qualcosa di positivo e ci sta anche aiutando a vivere questo momento in maniera meno pesante”.

Ognuno dei tre compositori ha realizzato parti del brano che poi sono state messe insieme con un software per il mixaggio da Gian Marco. Ha collaborato anche un altro augustano, che si trova attualmente a Brindisi, Dario Casarotti che ha suonato la chitarra . Tutto senza mai muoversi da casa, per un prodotto che di casalingo non ha proprio nulla, anzi risulta gradevole e professionale, che prende vita tra atmosfere malinconiche e sognanti, intessute nelle trame dalla melodia del piano, della fisarmonica e dei synth. A raccontarlo un video in bianco e nero, diretto e montato da Luca Kudu Anello.

Penso sia il primo progetto, in Italia, di produzione e pubblicazione di un brano intero da remoto. È stato un esperimento a tutti gli effetti, stiamo ricevendo molti feedback positivi dalle persone, perché é qualcosa di mai ascoltato ” – ha aggiunto il giovane che studia da più di 10 pianoforte, prossimo alla laurea in Musica elettronica al Conservatorio di Catania dove dovrebbe arrivare a luglio. Se pur così giovane dopo aver iniziato, a 17 anni, a comporre delle demo che ha mandato a vari registri per corti e lungometraggi, ha già ricevuto premi internazionali come, tra gli altri, quello di miglior colonna sonora della migliore web serie in Germania e al Los Angeles Cinesfest del 2017 per il cortometraggio della regista di Miami, Zhenzhen Ma.

Roffi, fisarmonicista e compositore italiano nei mesi scorsi ha partecipato alla colonna sonora scritta di Marianelli per il film «Pinocchio» di Matteo Garrone. Matthews S., esperto di elettronica e sound designer, è stato selezionato da MTV come Best new Generation 2015 aggiudicandosi il titolo agli Mtv Digital Days. Parte del ricavato del brano verrà devoluto in beneficenza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo