Da Augusta a Buccheri per comprare la carne: denunciato per aver violato il decreto ministeriale

Nonostante i tentativi di mediazione e l'invito di tornare a casa l'uomo non ha voluto sentire ragioni e per questo è stato denunciato

Non rispetta le prescrizioni del decreto ministeriale uscendo dalla propria abitazione di Augusta per andare a Buccheri a comprare la carne. Un acquisto fuori luogo che è costata la denunciaper violazione dell’articolo 650 del Codice Penale un cinquantunenne di Augusta che non si è attenuto alle restrizioni in materia di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

A.A., classe 1969, è stato fermato ieri dalla Polizia Municipale di Buccheri intorno alle 18 in uno dei posti di controllo presenti anche nel paese montano. L’uomo ha dichiarato agli agenti  di aver raggiunto il Comune montano per fare la spesa in macelleria e, nonostante gli agenti abbiano tentato di spiegargli che non potesse uscire da casa, se non per motivi di necessità, lo stesso non adempiva alle disposizioni impartite dai Funzionari di Polizia municipale.

Questi ultimi lo hanno invitavano ad allontanarsi immediatamente dal territorio buccherese a seguito del Dpcm adottato dal Governo Centrale. Ma a quanto pare l’uomo non ha voluto sentire ragioni e a nulla sono valsi intentativi di mediazione. Per questo alla fine è scattata la denuncia e l’informativa immediata al Pubblico Ministero di turno.

Sul punto interviene anche il sindaco di Buccheri Alessandro Caiazzo, il quale chiarisce come le restrizioni vadano rispettate e che oramai “non ci sarà più tolleranza per i trasgressori, siano essi giovani o meno giovani residenti o non residenti. L’invito è di attenersi a quanto disposto dal Decreto attualmente vigente e di restare in casa se non per motivi di necessità che vanno comunque documentati.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo