Covid-19, omaggio per agenti e vittime da Roy Paci davanti la Questura di Palermo

Roy Paci, noto musicista augustano ha suonato con la sua tromba il Silenzio d’ordinanza e il celebre brano “La vita è bella”

Un messaggio di vicinanza in musica alle donne e agli uomini della Polizia di Stato, che ogni giorno sono impegnati a tutela della comunità, con abnegazione e spirito di sacrificio, anche in queste settimane di emergenza sanitaria, ma anche un ricordo delle vittime dell’epidemia da coronavirus. Cosi oggi a mezzogiorno in punto, davanti al palazzo della Questura di Palermo, città dove risiede, Roy Paci, noto musicista augustano ha suonato con la sua tromba il Silenzio d’ordinanza e il celebre brano “La vita è bella”.

E sulle sue note uno schieramento di equipaggi delle Volanti, in posizione di attenti e con saluto alla visiera, ha reso onore alle vittime, incoraggiamento ai cittadini e sostegno al personale sanitario che lotta per sconfiggere il virus, con “l’auspicio che, grazie anche ai sacrifici e alla collaborazione di tutti i cittadini, delle Forze dell’ordine e del personale sanitario impegnato in prima linea per la cura dei malati, si risolva presto l’emergenza in corso e ciascuno possa tornare a riabbracciare i propri cari e riappropriarsi delle proprie abitudini, fortemente compromesse in questo triste periodo” – scrive la Questura in una nota.

COMMOZIONE, MEMORIA E MESSAGGI DI SPERANZA SCANDITI DALLA TROMBA DI ROY PACI SARANNO I PROTAGONISTI DELLA MATTINA DI OGGI IN QUESTURAIn un momento particolarmente difficile per il nostro Paese, un messaggio di vicinanza e di solidarietà è giunto, anche dal mondo artistico internazionale, alle donne e agli uomini della Polizia di Stato di Palermo che ogni giorno, con abnegazione e spirito di sacrificio, dedicano le proprie risorse a tutela della collettività. A rendere omaggio agli agenti il talentuso e poliedrico compositore e trombettista Roy Paci che, nella mattinata odierna, alle ore 12.00, davanti il palazzo della Questura in Salita Antonio Manganelli, ha dedicato il Silenzio d’Ordinanza alla memoria di tutte le Vite stroncate da un killer silenzioso e spietato come il Coronavirus. Sulle note della tromba del Maestro, uno schieramento di equipaggi delle Volanti, in posizione di Attenti e con saluto alla visiera, ha reso onore alle Vittime, incoraggiamento ai cittadini e sostegno al personale sanitario che lotta per sconfiggere il virus. Dopo il doveroso ricordo di quanti hanno perso la vita a causa di questa tragica epidemia, è giunto un messaggio di speranza, attraverso le note musicali del maestro Roy Paci, con l’auspicio che, grazie anche ai sacrifici e alla collaborazione di tutti i cittadini, delle Forze dell’Ordine e del personale sanitario impegnato in prima linea per la cura dei malati, si risolva presto l’emergenza in corso e ciascuno possa tornare a riabbracciare i propri cari e riappropriarsi delle proprie abitudini, fortemente compromesse in questo triste periodo.Con questi propositi ha risuonato davanti la Questura il celebre brano di Ludovico Einaudi “La vita è bella”, intonato sempre da Roy Paci.#essercisempre #lamiciziaèunacosaseria #grazieanomeditutti

Pubblicato da Questura di Palermo su Giovedì 9 aprile 2020

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo