Il ministro Azzolina a Floridia, visita al liceo “Da Vinci”

Coronavirus: Conte chiude l’Italia: stop a bar, ristoranti e negozi. Nominato commissario

Nelle aziende dovranno essere chiusi i reparti non indispensabili, mentre per industrie e fabbriche, si dovrà andare avanti con maggiori sistemi di protezione, garantendo le distanze di sicurezza

Stop a mense aziendali, centri estetici e parrucchieri. Resta la possibilità dei servizi di consegna a domicilio. Questo il succo della conferenza del Premier Giuseppe Conte di stasera. Nuove restrizioni per un Paese ormai tutto “zona arancione” che nascono anche dopo che l’Oms ha dichiarato lo stato di pandemia.

Siamo il primo Paese in Europa che è stato colpito più duramente, siamo quelli che stanno reagendo con pi forza – dice il premier -. Siamo davanti a una sfida che mette a dura prova il sistema sanitario e la nostra economia. Al primo posto ci sarà sempre la salute degli italiani, vi ho chiesto di cambiare le vostre abitudini e la stragrande maggioranza ha risposto bene. Ma ero consapevole che si trattava di un primo passo“.

E il passo successivo è quello della serrata. Totale per quanto riguarda esercizi commerciali e vendita. A dei negozi di prima necessità, come supermercati, farmacie e parafarmacia, “ma nessuna corsa per acquistare gli alimenti – rassicura Conte”.

Nelle aziende dovranno essere chiusi i reparti non indispensabili, mentre per industrie e fabbriche, si dovrà andare avanti con maggiori sistemi di protezione, garantendo le distanze di sicurezza. Restano tutt’ora garantiti i servizi di trasporto pubblico e quelli di pubblica utilità, i servizi bancari assicurativi postali e finanziari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo