Dopo le accuse del deputato Vinciullo e dei consiglieri comunali Schermi e Pasqua

Augusta, nessun collegamento tra protocollo sull’accoglienza dei migranti e Hotspot dentro il porto

Il primo cittadino ha ribadito la contrarietà, da sempre, alla nascita dentro il porto della strutture per migranti sostenendo che c’è già l’impegno del Governo nazionale a spostarlo fuori dallo scalo commerciale e dichiarando di aver sempre sostenuto in tutte le sedi che il porto di Augusta non può essere il primo punto di sbarco per migranti