In tendenza

Augusta, “villaggio sanitario” alla “MariSicilia cup”: presente anche l’Asp con vari stands

Personale dell’Azienda sanitaria provinciale daranno informazioni sugli screening oncologici, breast unit, donazione sangue ed educazione alla salute

Ieri e oggi l’Asp di Siracusa è presente con proprie postazioni informative nel “villaggio sanitario” allestito dal Comando marittimo in Sicilia nel comprensorio Terravecchia in occasione della manifestazione “MariSicilia cup” del 24 e 25 settembre 2022.

A disposizione dei visitatori sono presenti operatori sanitari dell’Azienda per contribuire a diffondere la cultura della donazione del sangue e della educazione alla prevenzione sanitaria in generale e puntando, in particolare, alla diffusione del programma di screening oncologico per i tumori della mammella, del colon retto e del collo dell’utero nonché ai percorsi previsti dalla “breast unit” per il trattamento del tumore al seno.

Il Centro trasfusionale diretto da Dario Genovese è presente nelle due giornate della manifestazione con proprio personale e volontari dell’Avis e della Fratres con l’unità di raccolta mobile del sangue e degli emocomponenti promuovendo, con la distribuzione di brochure e materiale illustrativo, informazione e sensibilizzazione, soprattutto tra i giovani,  offrendo la possibilità di manifestare la volontà alla donazione e di sottoporsi alla valutazione dell’idoneità alla donazione ed ai prelievi per le indagini di laboratorio preliminari all’ammissione alla donazione. L’iniziativa è importante e significativa in un momento nel quale, non solo al livello provinciale, ma a tutti i livelli regionale e nazionale, si registrano notevoli difficoltà nella raccolta del sangue e degli emocomponenti indispensabili per garantire le terapie trasfusionali salvavita. L’annoverare nuovi donatori, soprattutto fra i giovani, è fondamentale sia per ampliare la popolazione dei donatori, sia, soprattutto, per l’adeguato ricambio generazionale e la sostituzione dei donatori che, per motivi di età e/o di esclusione, non possono più donare.

Il Centro gestionale screening diretto da Sabina Malignaggi, partecipa all’evento con l’allestimento di una postazione operativa ed un ambulatorio dove è possibile prenotare le mammografie di screening per tutte le donne dai 50 ai 69 anni di età; saranno distribuiti i kit per la ricerca del sangue occulto nelle feci a donne e uomini dai 50 ai 69 anni di età; ci sarà la possibilità di prenotare il pap test per tutte le donne dai 25 ai 33 anni di età e l’ Hpv test alle donne dai 34 ai 64 anni. Inoltre sarà possibile effettuare la prescrizione del vaccino Hpv 9 alle donne fino ai 45 anni.

Durante le due giornate il personale medico, insieme alle ostetriche e al personale del front-office, fornirà informazioni sui percorsi di screening che l’Asp di Siracusa mette a disposizione degli utenti, puntualizzando la gratuità degli esami offerti durante tutto il percorso e sulla comunicazione che la prevenzione è l’unica arma che abbiamo per prevenire patologie oncologiche gravi. Assieme al personale sono presenti Sabina Malignaggi, Katjusa Messina, Mariangela Adamo, Vincenzo Puglisi responsabili rispettivamente del centro gestionale screening, dello screening ginecologico, mammografico e del colon retto.

Anche la “breast unit” dell’Asp di Siracusa, rete multidisciplinare per il trattamento del tumore della mammella diretta da Giovanni Trombatore è presente con proprio personale sanitario per informare sui percorsi di prevenzione, diagnosi e cura di tale patologia e sulle modalità di accesso. Consente di dare il massimo dell’assistenza alle donne per una diagnosi precoce, l’approfondimento diagnostico, il trattamento chirurgico, la caratterizzazione anatomopatologica, la terapia oncologica, la radioterapia, la riabilitazione, il supporto psicologico, lo studio genetico, il follow up.

Negli stand anche l’educazione alla Salute, di cui è responsabile Enza D’Antoni con proprio personale, per la diffusione di informazioni e sensibilizzazione, distribuzione di materiale illustrativo e gadget, nonché con la proiezione di video informativi sui temi della prevenzione sanitaria in generale ed in particolare: prevenzione incidenti stradali, abuso di alcol e sostanze, prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili quali obesità, sedentarietà e promozione di sani stili di vita (alimentazione ed attività motoria). Nello stand saranno eseguite esercitazioni con il supporto di manichino e maschere, sulle manovre di primo soccorso e disostruzione delle vie aeree.

Presente anche l’unità “Informazione e comunicazione”, di cui è responsabile Adalgisa Cucè con operatori dell’Urp con un punto informativo per tutte le altre attività sanitarie fondamentali per la prosecuzione dei percorsi di cura.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo