Augusta, tributi comunali: da quest’anno saranno tutti gestiti direttamente dall’Ente

Cessato il servizio della Publiservizi, la vicenda è stata più volte affrontata anche dalla Camera del lavoro-Cgil

Dal 1 gennaio 2020 tutti i tributi di competenza comunale come Imu, Tasi, Tari, Tosap, affissioni e pubblicità sono gestiti direttamente dall’ufficio tributi del Comune di Augusta. Lo ha reso noto nei giorni scorsi il responsabile del settore finanziario Angelo Carpanzano, mercoledì scorso sulla sezione Tributi del sito del Comune è appara la modulistica sulla Tari, a seguire dovrebbe essere pubblicata quella relativa agli altri tributi che si aggiungono al servizio idrico gestito direttamente dall’ufficio comunale solo da dopo il 2104, da quando cioè  è tornato nella mani dell’Ente.

Già nelle scorse settimane il Comune aveva reso noto alla concessionaria la volontà di internalizzare il servizio di gestione dei tributi locali che, fino ad oggi, è stato sempre effettuato da società terze e negli ultimi anni dalla Publiservizi, il cui contratto era scaduto già nel 2017 ed è proseguito fino al 2019 in virtù di una “proroga tecnica”, adottata dall’Ente nelle more della pubblicazione del nuovo bando che, ad oggi, non è mai avvenuta.

La vicenda è stata più volte affrontata anche dalla Camera del lavoro-Cgil che da tempo ha chiesto un incontro con l’amministrazione comunale, previsto per oggi durante il quale il sindacato locale guidato da Lorena Crisci chiederà all’amministrazione come pensa di gestire il servizio, “visto l’esiguità attuale del personale dell’ufficio tributi del Comune. L’assessore alle Finanze Giuseppe Canto tempo fa– aggiunge Crisci- ci aveva garantito che una parte dei tributi non sarebbe stato internalizzato. Inoltre avevamo sottoscritto una sorta di accordo tra amministrazione e sindacati con le clausole di salvaguardia per i 5 lavoratori della società che non si sa che fine faranno”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo