In tendenza

Augusta, tolleranza zero contro chi abbandona rifiuti, il Consiglio approva il regolamento per l’uso delle telecamere

L’atto è stato approvato da entrambi gli schieramenti, via libera anche al regolamento per l’istituzione e la disciplina del canone unico patrimoniale

Una discarica abusiva a Campolato

È tolleranza zero contro chi abbandona rifiuti in  maniera indiscriminata nel territorio comunale e che potrà essere intercettato dalle  telecamere che verranno posizionate prossimamente nei punti più caldi. Prima di potere utilizzare un sistema di video sorveglianza è però necessario dotarsi di nuovo regolamento per la disciplina e l’utilizzo degli impianti di videosorveglianza  che è stato approvato dal Consiglio comunale nei giorni scorsi.

Esisteva già un regolamento ma bisogna aggiornarlo e renderlo conforme alle direttive europee sul trattamento dei dati personali, da qua il passaggio in aula a palazzo San Biagio dell’atto “la cui finalità  è quella di presidiare le zone del territorio, oggetto di abbandono di rifiuti e assolvere all’esigenza di pubblica sicurezza- ha spiegato l’assessore Rosario Sicari durante la riunione della prima commissione Affari generali presieduta da Margaret  Amara che ha letto il verbale in aula – L’ impianto esistente non è funzionante, solo i computer che si trovano al comando di Polizia municipale funzionano. Almeno bisettimanalmente si è provveduto a rimuovere discariche abusive e quindi è necessario controllare il territorio, assieme ad altre misure che saranno discusse in un secondo momento. Questo è l’atto iniziale al quale seguirà l’impegno dell’amministrazione di acquistare telecamere”.

Il regolamento prevede che il trattamento dei dati personali si svolga nel rispetto dei diritti e della dignità delle persone fisiche e disciplina la modalità di raccolta, trattamento e conservazione dei dati personali che avverrà solo con soggetti pubblici. Per questo è stato, infatti, eliminato dal documento, con un emendamento d’aula, la possibilità di fare ricorso anche ai privati tramite convenzioni apposite  e i dati personali ripresi dalle telecamere verranno conservati per 90 giorni. La centrale di controllo sarà allocata al comando dei vigili urbani e in altre sedi eventualmente collegate.

Il Consiglio ha anche approvato il regolamento per l’istituzione e la disciplina  del canone unico patrimoniale con decorrenza dal primo gennaio 2021 che sostituisce Tosap, tasse su affissioni e pubblicità, che “non sono più tributi ma entrate ordinarie. In realtà cambia pochissimo, sono riprese le precedenti tariffe  e diventa più semplice per il Comune riscuotere – ha detto in aula Angelo Carpanzano, responsabile del settore Finanze – Il regolamento riprende i tre precedenti ed è stato allineato alle richieste del legislatore. La novità è che si è voluto riunire in un unico canone le entrate minori”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo