In tendenza

Augusta: “Sulla SS 114 apparenti evasioni”, così il Meetup “5 Stelle per Augusta”

Nel mese di ottobre del corrente anno il Meetup ”5 Stelle per Augusta” aveva inviato una segnalazione all’ANAS nella quale si evidenziava la pericolosità della circolazione stradale in un tratto della S.S. 114 “Orientale Sicula” per la inadeguatezza delle barriere di sicurezza stradale ivi presenti (nello specifico, nel tratto della suindicata strada statale, in direzione di percorrenza da Catania a Siracusa, a partire dal viadotto denominato “Villasmundo” e fino al viadotto denominato “Castellaccio” e, nel medesimo tratto stradale,in direzione inversa di percorrenza, da Siracusa a Catania, a partire dal viadotto denominato “Cava Ogliastro” fino al viadotto denominato “Marcellino”).

Nella medesima segnalazione si invitava, pertanto, l’Ente gestore responsabile della manutenzione stradale, ad effettuare la sostituzione delle attuali barriere di contenimento in corrispondenza dei viadotti e del guard rail bordo laterale e spartitraffico, nel suindicato tratto di strada; ciò, al fine di adeguare gli stessi alla vigente normativa e garantire la sicurezza stradale.

Nonostante un primo celere riscontro alla nostra segnalazione– afferma l’Attivista Maria Concetta Di Pietro-  con comunicazione di avvio pratica e relativo numero di protocollo, dopo aver provveduto alla potatura degli arbusti di oleandri presenti nello spartitraffico del menzionato tratto stradale (operazione senza dubbio necessaria, al fine di migliorare la visibilità in detto tratto), sorprendentemente, in data 28 ottobre 2013, l’Area Tecnica Esercizio della Sezione Compartimentale Anas di Catania ci ha comunicato di aver “provveduto ad evadere la nostra richiesta”!

Quanto sopra, ovviamente- prosegue la Di Pietro- omettendo di fare il benché minimo riferimento tanto ad eventuali verifiche effettuate su quanto da noi effettivamente segnalato, quanto su prossimi interventi onde ripristinare la sicurezza della circolazione veicolare nel tratto di strada segnalato!

Nello spirito “combattivo” che contraddistingue gli attivisti del Movimento 5 Stelle, già consapevoli del fatto che questa non sarebbe stata certo una “battaglia” facile da vincere, naturalmente non ci arrendiamo a questa prima “risposta” ed abbiamo già provveduto a reiterare la nostra segnalazione, questa volta chiedendo esplicitamente all’ANAS di fornirci compiuta ed esauriente risposta su fattibilità e tempistiche della “messa in sicurezza” del tratto stradale in argomento.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo