Augusta, sostenibilità ed economia, lezione speciale per gli studenti del primo comprensivo “Principe di Napoli”

Gli alunni di prima e seconda media, scelti attraverso il criterio della “premialità” hanno partecipato al progetto “Save tour”

Hanno avuto modo di sperimentare un laboratorio interattivo, ospitato all’interno di un camion con semirimorchio, affrontando temi di economia finanziaria, 50 studenti delle prime e seconde della scuole del primo istituto comprensivo Principe Di Napoli che hanno partecipato al progetto “Save tour” a Siracusa. Individuati dai rispettivi consigli di classe secondo il principio della “premialità” gli studenti, attraverso dei video, hanno potuto conoscere i concetti di risparmio, nascita della banconota, inflazione, tasso di interesse, bolla speculativa e crisi economica, hanno preso parte ad un laboratorio didattico e con l’impiego di materiale riciclabile hanno realizzato manufatti con materiali di scarto.

Alla fine gli organizzatori hanno donato all’istituto quattro alberi di cacao piantati nella “Foresta Save” in Camerun la cui vita potrà essere monitorata dagli studenti attraverso la piattaforma Treedom, che permette di acquistare un albero e di seguirne la crescita con la geolocalizzazione.

L’iniziativa, sostenuta dal Museo del risparmio di Torino, dalla Banca europea degli investimenti, dal gruppo Scania, con la partecipazione dell’Intesa Sanpaolo e resa efficace grazie ad un protocollo d’intesa sottoscritto con il Miur, è stata un’opportunità per l’istituto, guidato dal dirigente scolastico Agata Sortino, che ha già avviato una serie di azioni per valorizzare gli studenti che si distinguono nelle classi secondo criteri oggettivi, gratificando così l’impegno scolastico. L’adesione al progetto è stata curata e coordinata dalla docente Tiziana Repici e gli studenti sono stati accompagnati in questa esperienza formativa dalla referente e dai docenti Emanuela Musumeci, Antonio Patania ed Alessia Saraceno.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo