Augusta, si vota il 24 maggio, festa del patrono: fibrillazioni per i 5 candidati a sindaco

Oggi il Governo regionale ha deciso la data delle amministrative, tra incontri e riunioni si decidono i candidati a sindaco e le liste di appoggio  

Si svolgeranno il 24 maggio le elezioni amministrative in 61 Comuni dell’Isola, tra cui anche Augusta e Floridia, gli unici due comuni del siracusano dove gli elettori torneranno alle urne pe ril rinnovo dell’amministrazione e del consiglio comunale. Lo ha deciso oggi il governo regionale che ha fissato per il 7 giugno la data dell’eventuale turno di ballottaggio.  Una data particolare quella del 24 maggio per il Comune megarese perché viene a coincidere con i festeggiamenti in onore del patrono, San Domenico che di solito richiamano tanta gente che partecipa alle processioni ma che predilige anche andare alle bancarelle della villa e che potrebbe creare anche qualche problema più generale di ordine pubblico.

La fissazione della data per le amministrative mette un punto fermo sul fronte temporale con uno scenario politico in continuo movimento, caratterizzato dalle fibrillazioni tipiche di ogni pre-elezione, con riunioni politiche tutte finora molto sotto traccia, alla ricerca dell’accordo migliore e del candidato che si pensa essere vincente.

Stasera, con l’apertura ufficiale del suo comitato elettorale in Borgata, il consigliere comunale della federazione di movimenti #perAugusta Peppe Di Mare conferma, di fatto, la sua candidatura a sindaco su cui, tra l’ altro, non ha mai fatto reale mistero  e che ha il sostegno di alcune liste civiche tra cui i 100 per Augusta, gli altri nomi che circolano con insistenza sono sempre quelli dei due ex sindaci, Pippo Gulino e Massimo Carrubba.

Il primo che dovrebbe contare sull’appoggio di un’area di centro moderata e di qualche movimento civico, il secondo che oltre al sostegno del partito di Azione che lo ha detto pubblicamente e del gruppo di Attivamente potrebbe avere  anche l’appoggio del Pd, che arriverebbe a livello regionale e provinciale, visto che a livello locale da tempo non c’è di fatto un partito né un organigramma e nessuno che pubblicamente lo rappresenta. Con il Pd, al contrario di quanto sta avvenendo a livello nazionale, il locale Movimento 5 stelle non “ha feeling”, così i grillini dovrebbero correre da soli con la probabile riconferma della candidatura dell’attuale sindaco Cettina Di Piero.

Meno certezza c’è sul fronte del centrodestra dove non si sarebbe, al momento, deciso tra i due nomi in lizza per la candidatura, ovvero tra  Massimo Casertano, attuale coordinatore delle Lega Augusta e Pietro Forestiere, dirigente nazionale del movimento di Fratelli d’Italia. La scelta sarebbe così demandata ai vertici regionali e provinciali dei due partiti di centrodestra che ancora non hanno sciolto la riserva.

 

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo