Augusta, seduti su una panchina a conversare nonostante il decreto anti coronavirus e denunciati

Tre uomini di mezz’età sostavano seduti su una panchina pubblica conversando tra loro oltretutto senza tenere la distanza minima di un metro

I Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa sono fortemente impegnati, giorno e notte, nelle attività di controllo del territorio per garantire il rispetto delle disposizioni impartite dal Governo per contrastare la diffusione del coronavirus, nell’ambito del Dpcm cosiddetto #IoRestoaCasa.

Nel fine settimana le numerose pattuglie impegnate da nord a sud nella provincia aretusea hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per “Inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità” (ex art 650 c.p.) diverse persone che, sono state sorprese fuori dalle loro abitazioni senza un giustificato motivo, forse per svagarsi durante la giornata festiva.

A Siracusa, i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno segnalato 5 persone, poco più che ventenni, che passeggiavano in gruppo nella zona balneare di Fontane Bianche, nonché un uomo sorpreso a passeggiare solo nella notte; così anche nella frazione di Belvedere, dove 3 persone, due donne e un uomo, di età compresa tra i 30 e 40 anni provenienti da un altro comune, si aggiravano nella via centrale della frazione.

A Cassibile, i militari della locale Stazione hanno denunciato 4 cittadini extracomunitari di origine sudanese che in orario notturno si erano incontrati in gruppo nelle vie della frazione, e per analoghe circostanze anche a Solarino sono stati denunciati 5 cittadini romeni che si erano incontrati nei pressi della piazza principale di quel centro.

Nella parte meridionale della provincia, la Compagnia Carabinieri di Noto ha denunciato 5 persone nei comuni di Palazzolo Acreide, Buscemi e Noto sorprese fuori dalle loro abitazioni.

A nord della provincia invece i Carabinieri della Compagnia di Augusta hanno denunciato ad Augusta, 3 uomini di mezz’età che sostavano seduti su una panchina pubblica conversando tra loro oltretutto senza tenere la distanza minima di un metro; a Sortino, una donna di 55 anni che in piena notte transitava a piedi tra le vie cittadine.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo