Augusta, scoperta una lapide in ricordo del tenente Cesare Artoni, medaglia d’argento al valor militare

L’iniziativa è stata promossa dalla Società augustana di storia patria e la Federazione nazionale arditi d’Italia – “Gruppo Ponte Primosole” con il patrocinio del Comune di Augusta e il Comando marittimo Sicilia, insieme alla famiglia Artoni

Da un paio di giorni una lapide commemorativa sul muro di quell’ abitazione di famiglia,   che 77 anni fa ospitò il tenente augustano Cesare Artoni, medaglia d’argento al valor militare e la sua pattuglia di Arditi nuotatori, che diedero vita ad un’ azione di difesa  dagli inglesi proprio ad Augusta, ricorda non solo quel fatto d’armi ma anche e soprattutto i valori, sani e genuini, di fedeltà alla patria che nella sua vita  hanno rappresentato Artoni e la sua squadra. Ad averla scoperta sono stati, nei giorni scorsi, al Largo Moreno, a Monte Tauro,  il figlio del decorato, Ciro e il generale Davis Gordon, vice segretario generale della Nato per la divisione degli investimenti della difesa durante una cerimonia che si è svolta alla presenza di autorità civili e militari, di associazioni d’arma e combattentistiche, dirigenti scolastici e di un numeroso pubblico.

L’iniziativa è stata promossa dalla Società augustana di storia patria e la Federazione nazionale arditi d’Italia – “Gruppo Ponte Primosole” con il patrocinio del Comune di Augusta e il Comando marittimo Sicilia, insieme alla famiglia Artoni.  Dopo l’inno alla città di Augusta  Giuseppe Carrabino, presidente della Società  ha illustrato il progetto: “Cesare Artoni, un militare augustano. Dalla guerra di Spagna al X Reggimento Arditi” che prevede una serie di iniziative che si svolgeranno nel corso del nuovo anno sociale, seguito dall’intervento di Marco Gimmillaro del  “Gruppo Primosole” – Federazione nazionale arditi d’Italia  – sezione di Ragusa

Presenti anche il sindaco Cettina Di Pietro e il capo di stato maggiore di Marisicilia capitano di vascello Tiziano Garrapa che hanno  deposto una corona d’alloro sulla lapide, a cui ha fatto seguito l’esecuzione del silenzio a cura del maestro Gaetano Galofaro, direttore del corpo bandistico “Federico II – Città di Augusta” e gli interventi di Antonello Forestiere, storico militare e direttore del Museo della Piazzaforte che ha ricordato quale fosse la situazione militare ad Augusta nel luglio 1943.  Federico Ciavattone, direttore del Centro studi di Storia del paracadutismo militare italiano ha, invece,  tenuto la commemorazione del 77° anniversario del fatto d’arme che vide protagonista il tenente Cesare Artoni e la sua pattuglia del X Reparto Arditi.

La famiglia Artoni, attraverso la figlia  Lucia, ha voluto lasciare alla città un ricordo concreto del padre donando al Museo della Piazzaforte  numerosi cimeli appartenuti al familiare e anche  al nonno Ciro.   Nel corso della cerimonia Gordon Davis, Federico Ciavattone e Antonello Forestiere sono stati annoverati soci onorari della Società augustana.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo