Augusta, riaperto il tratto di Punta Cugno dell’ex statale 114, chiuso dal 2016 per una frana

Oggi pomeriggio dopo le 16 e’ ripreso il transito alle auto, i lavori erano finiti gia’ nei mesi scorsi ma si è dovuto attendere oltre per togliere le numerose discariche lasciate sull’asfalto

Da oggi pomeriggio e’ stato riaperto alla circolazione veicolare il tratto  della ex statale 114, all’altezza di Punta Cugno, chiusa dal dicembre di quattro anni fa per un vistoso cedimento della strada. Nonostante i lavori di ripristino siano già finiti nella seconda meta’ del 2019 e’ stato necessario attendere oltre per effettuare la pulizia delle numerosissime discariche abusive che ignoti hanno nel tempo lasciato sul manto stradale del tratto chiuso alla circolazione.  “Il Liberto consorzio di Siracusa, se pur nella grandissima difficolta in cui si trova, e’ riuscito a trovare una somma necessaria a ripulire la strada da una notevole quantità di rifiuti abbandonati da parte di imprese prive di scrupoli– ha detto Domenico Morello, responsabile del settore Ambiente dell’ex ex Provincia- una notizia positiva che arriva in un momento difficile per tutti e che potra’ consentire il transito ai lavoratori che ogni giorno tornano a casa dalla zona industriale”.

Non solo i lavoratori ma chiunque dovra’ arrivare ad Augusta dal siracusano potra’ cosi, d’ora in poi, evitare di dover deviare obbligatoriamente in direzione della vecchia strada per Punta Cugno, buia, stretta e pericolosa, così come è stato finora, come ha sottolineato  Nilo Settipani, ex consigliere comunale tra i primi a ripercorrerla oggi che ha dedicato la tanto attesa riapertura ai lavoratori metalmeccanici della provincia di Siracusa, che finalmente vi potranno transitare di ritorno dal lavoro.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo