In tendenza

Augusta, referendum, affluenza molta bassa: ha votato il 10,54% degli aventi diritto

Sui 29200 aventi diritto ad esprimere le proprie preferenze per il “si” o per il “no” sono stati, infatti, appena 3078  votanti

Ha superato di poco il 10% (10, 54 per l’esattezza) la percentuale degli augustani che ieri, 12 giugno, hanno votato per i 5 referendum abrogati su temi della giustizia. Sui 29200 aventi diritto a recarsi alle urne nei 41 seggi elettorali comunali ad esprimere le proprie preferenze per il “si” o per il “no” sono stati, infatti, appena 3078  votanti, con un’affluenza bassissima alle 12 di ieri, con appena il 3,61%  cresciuta,  si fa per dire, alle 19 con il 7,46%.

Per chi si è espresso ha comunque prevalso il “si” per tutti e cinque i quesiti, con  il 53,42%  sull’abolizione della legge Severino e l’incandidabilità dopo una condanna, ha raggiunto  il 56,09%  il secondo quesito  sui nuovi limiti alla carcerazione preventiva,  il 75, 22% sulla separazione delle funzioni dei magistrati,  il 71,72% sul diritto di voto agli avvocati nella valutazione dei magistrati e il  74, 08% per l’abolizione delle firme per le candidature al Csm.

In totale 163 sono state le schede nulle e  246 le bianche.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo