Augusta, quinto concorso fotografico Emanuela Tringali: premiati i vincitori

L’iniziativa, dedicata alla biologa scomparsa prematuramente per un cancro è stato promosso dall’ Airc per raccogliere fondi per la ricerca

Sono stati oltre 100 quest’anno i partecipanti al concorso fotografico dedicato ad Emanuela Tringali, che si pone l’obiettivo di raccogliere fondi per aiutare la ricerca a debellare i tumori, promossa dell’Airc di Augusta, l’associazione italiana per la ricerca sul cancro. E giunto alla quinta edizione perché sono cinque gli anni dalla scomparsa, prematura per un cancro, della biologa augustana. A vincere è stato Tanino Cannavò, il secondo posto è andato a Pinuccia Fiorenza, terza Daniela Petracca.

I tre fotografi che hanno realizzato gli scatti giudicati più belli dalla giuria sono tutti augustani, due di loro hanno partecipato al concorso fin dal primo anno e oltre alla stampa della propria foto, hanno ricevuto anche una targa ricordo durante la serata finale di premiazione che si è tenuto nei giorni scorsi al circolo “Unione” di piazza Duomo alla presenza di Sabrina Toscano, referente della delegazione Airc di Augusta e del presidente del comitato regionale Riccardo Vigneri, da Biagio Pecorino, professore ordinario del Di3a di Catania e dal presidente del Rotary club, Giuseppe Tringali.

Sono stati premiati, inoltre, con la stampa della fotografia che hanno inviato al concorso Francesco Scarcella, il più giovane partecipante, Concetta Maugeri, Armando Panarello, Cristina Abbate, Emanuele Tringali, Manuela Di Franco, Rosario Marano, Annamaria Orlando, Nello Linfazzi e Antonio Acquina. Provengono, oltre che da Augusta, anche da Acireale, Caltagirone, Santa Venerina e altre cittadine fuori dalla provincia di Siracusa, diversi sono studenti del Dipartimento di agricoltura, alimentazione e ambiente (Di3a) dell’Università degli studi di Catania, che ha patrocinato il concorso insieme dal Rotary club di Augusta e dall’Ordine dei tecnologi alimentari di Sicilia e Sardegna (Otass), con il contributo della cementeria Buzzi Unicem, della Banca agricola popolare di Ragusa (Bapr) e dei due consiglieri comunali Biagio Tribulato e Angelo Pasqua.

“Anche quest’anno siamo molto soddisfatti, il concorso cresce sempre più e quest’anno abbiamo avuto anche una grande partecipazione anche da fuori provincia da Milazzo, Catania e Acireale” –ha detto Toscano che ha ricordato con un collage di foto Emanuela “che era sempre con il sorriso e non si lamentava mai”. E che diceva che “la ricerca mi ha regalato dieci anni, oggi alcuni cancri sono guaribili altri curabili. Non dimentichiamo che l’unica strada che rimane è la ricerca oncologica”– ha aggiunto. Che, in sostanza, è quanto ribadito anche sia da Vigneri, che da Pecorino e anche da Gaetanella Bruno, presidente del circolo Unione che ha preannunciato che anche la premiazione del sesto concorso si svolgerà nello stesso luogo.

Il tema di quest’anno del concorso, patrocinato per la prima volta anche dall’associazione studentesca universitaria “Arcadia” di Catania, presieduta da Gabriele Monterosso, presente alla cerimonia di premiazione era il “Civiltà contadina tra vecchio e nuovo.#loscattochenon c’è” e sono stati raccolti, in totale, circa 3000 euro. Durante la serata è stato ricordato con un lungo applauso anche il tenore Marcello Giordani, prematuramente scomparso ad ottobre.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo