Augusta, protesta per l’acqua potabile: Mangano sospende lo sciopero della fame

Il giovane che dal 2 gennaio ha scelto di protestare contro la mancanza di acqua potabile, che si protrae dal 25 ottobre, ha deciso di fermarsi e concedersi un po’ di riposo anche se “la battaglia continua”

Immagine di repertorio

Stop allo sciopero della fame di Manuel Mangano iniziato lo scorso due gennaio per la questione dell’acqua non potabile al centro storico dal 25 ottobre. Lo rende noto lo stesso Mangano di ritorno da Milano dove ieri sera è intervenuto, per qualche minuto, alla trasmissione “Dritto e rovescio” sia sull’immigrazione che sulla questione idrica augustana, anche per potare il problema all’attenzione l’attenzione dei media nazionali.

Ho avuto modo di verificare un peggioramento delle mie condizioni di salute che, – scrive su Facebook- su ordine del medico, non posso più ignorare. Per questo motivo ho deciso di interrompere il mio sciopero della fame, che reputo comunque un po’ nostro, nella speranza che l’impegno degli enti preposti non vada diminuendo, così da giungere presto ad una risoluzione del grave problema”.

Il giovane augustano, che già l’anno scorso aveva protestato con le stesse modalità anche per la riapertura dell’auditorium della Cittadella degli studi, si duce “felice, che anche se con oltre 80 giorni di ritardo, la cittadinanza sia adesso informata pubblicamente attraverso apposite affissioni della non potabilità dell’acqua, adesso siamo tutti più al sicuro. Ringrazio – prosegue- tutti coloro i quali in queste ore mi stanno contattando, siete una miriade e prometto di rispondere a tutti in queste ore che trascorrerò osservando massimo riposo. Grazie a tutti quelli che fino ad oggi mi hanno accompagnato in questa battaglia, in particolare Francesco Disano per essersi messo in gioco in prima persona, capendo l’importanza della protesta. La battaglia per l’acqua potabile continua, ma per adesso, personalmente, ho deciso di concedermi qualche ora di riposo”.

E un nuovo disagio si prospetta per lunedì 13, sempre al centro storico quando, in seguito “ad un intervento di manutenzione alla rete idrica potrebbe essere necessario interrompere l’erogazione durante l’esecuzione dell’intervento”– come fa sapere su Telegram il Comune che invita i residenti ad usare con parsimonia le proprie scorte di acqua, aggiungendo che verranno comunicati in seguito gli orari esatti dell’eventuale interruzione idrica. Per lunedì, inoltre, è stato previsto un servizio di autobotte per le situazioni di emergenza che potrà essere attivato telefonando al comando della Polizia municipale al numero di telefono 0931/512288.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo