Più guariti che nuovi positivi al covid in Sicilia, scendono i contagi in provincia di Siracusa

Augusta, petcoke alla cementeria Buzzi unicem: il Comune sospende, in autotutela, il permesso di costruire l’impianto

Il responsabile del V Settore Pianificazione urbanistico, ha sospeso ieri in autotutela il permesso di costruire rilasciato, sempre dallo stesso ufficio il 20 ottobre scorso

Con una determina del responsabile del V settore Pianificazione urbanistica, il Comune ha sospeso ieri in autotutela il permesso di costruire rilasciato, sempre dallo stesso ufficio solo il 20 ottobre scorso, alla Buzzi Unicem per la realizzazione dell’impianto di ricevimento e dosaggio combustibile solido secondario (CSS) nel forno di cottura clinker.

Ne prende atto Legambiente Augusta che un paio di giorni fa aveva sollevato la questione chiedendo un intervento della nuova amministrazione: “la decisione è stata assunta poiché – fa sapere in una nota –  è tuttora pendente il ricorso straordinario della stessa amministrazione comunale al presidente della Regione per l’annullamento dell’autorizzazione integrata ambientale, rilasciata nel 2017, che consentirebbe di utilizzare come combustibili il carbone, il petcoke, l’olio combustibile Btz, il Gpl, il Css-rifiuto e, qualora disponibile, il css-combustibile. Ringraziamo il sindaco Di Mare per aver prontamente sollecitato gli uffici ad approfondire lo stato della pratica e ad accertare quanto Legambiente aveva segnalato e ci auguriamo che, – conclude Enzo Parisi- al di là di ciò che emergerà dal riesame, la nuova amministrazione si impegnerà convintamente per la messa al bando del petcoke e degli altri  combustibili inquinanti”.

La sospensione è di 45 giorni dalla notifica del provvedimento e servirà per esaminare tutte le carte, come ha sottolineato il sindaco Di Mare che ha già convocato le associazioni ambientaliste e interloquirà anche con l’azienda.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo