Nuovo Dpcm, Musumeci al governo Conte: “Roma pensi al ristoro per le attività chiuse”

Augusta, pescano oltre mille ricci e al controllo oppongono resistenza: denuncia, sequestro e sanzione

Si è proceduto alla comminazione di una sanzione amministrativa pari a circa 1.500 euro, al sequestro delle bombole e delle mute da sub, alla denuncia all’autorità giudiziaria per l’ipotesi di reato di resistenza a pubblici ufficiali

Nel corso della mattinata di ieri, un’unità navale della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta ha intercettato, nelle acque antistanti la località Brucoli del Comune di Augusta, un’imbarcazione i cui occupanti erano reduci da una battuta di pesca di frodo di un notevole quantitativo di ricci di mare, circa 1.200.

All’intimazione dell’Alt da parte dei Militari, i pescatori di frodo hanno continuato a navigare rigettando in mare gli echinodermi, ed arrivando a terra in tutt’altra zona, allo scopo di sottrarsi al controllo ed all’identificazione.

La motovedetta ha quindi seguito l’imbarcazione, e nel punto in cui ha preso terra sono sopraggiunte due pattuglie sempre della Guardia Costiera, nel mentre allertate. All’intimazione di consegnare gli attrezzi utilizzati per l’illegittima pesca, costituiti da bombole e da mute da sub, i soggetti sottoposti a controllo hanno reagito in maniera esagitata, rifiutandosi di consegnare quanto richiesto.

E’ stato quindi chiesto l’intervento di una pattuglia del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Augusta, che è prontamente intervenuta, ed anche agli agenti i trasgressori hanno opposto il medesimo rifiuto. Costoro, già noti e non locali, sono quindi stati scortati sia dalle pattuglie della Guardia Costiera, che dalla pattuglia della Polizia di Stato, al Commissariato di Augusta.

Qui si è proceduto alla comminazione di una sanzione amministrativa pari a circa 1.500 euro, al sequestro delle bombole e delle mute da sub, alla denuncia all’autorità giudiziaria per l’ipotesi di reato di resistenza a pubblici ufficiali, ed all’avvio del procedimento volto all’irrogazione di una misura di prevenzione.

Rimane sempre alta l’attenzione di tutte le Forze dell’Ordine a tutela della sicurezza dei cittadini, facendo della collaborazione tra i vari Corpi di Polizia un punto di forza nel fronteggiare l’illegalità.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo