In tendenza

Augusta, parere del Comune sul deposito Gnl, Triberio: “l’amministrazione lancia il sasso e nasconde la mano”

Il consigliere di opposizione stigmatizza il comportamento del sindaco e della maggioranza

“L’amministrazione lancia il sasso e nasconde la mano. Esprime parere favorevole alla costruzione del deposito Gnl a ridosso della città, prendendo in giro le associazioni e la città”. A dirlo è il consigliere comunale di opposizione Giancarlo Triberio che interviene nel dibattito sul parere favorevole con prescrizioni rilasciato dal sindaco Giuseppe Di Mare sull’impianto che l’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale ha già previsto dentro la rada portuale sostenendo che non solo era “ampiamente prevedibile, ma che si rivela anche una presa in giro nei confronti dei cittadini e delle associazioni.

Infatti –aggiunge  Triberio- si scopre che il sindaco aveva già dato il parere il giorno prima dell’incontro con le associazioni ed i cittadini. Ormai é chiara la considerazione che l’amministrazione ha dei cittadini e ormai sono visibili le politiche dannose, che non mitigheranno nessun aiuola donate dalle tante imprese o i tagli di nastri ad ogni luogo, adottate fin adesso. E dopo aver deprezzato il patrimonio immobiliare della città con gli esiti disastrosi dell’operazione “Case ad un euro” adesso ci consegna un deposito di Gnl sotto casa”. 

Secondo l’esponente dell’opposizione  risulta ancor più “arrogante il giochino messo in campo dalla maggioranza che cerca di nascondersi dietro richieste di prescrizioni  già previste  nell’iter o di scaricare sulla regione responsabilità per crearsi un alibi della propria decisione”- prosegue Triberio che  sostiene che una politica lungimirante doveva indicare e spingere per l’ attuazione del deposito lontano dalla città in cui sono presenti luoghi adeguati, allo scopo di raggiungere benefici per lo sviluppo economico e tutela dei cittadini. “Invece l’amministrazione dà un benvenuto al “passato” guardando solo la necessità di una parte mortificando i cittadini e la città”- conclude


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo