In tendenza

Augusta, parcheggio affittato, pagato ma non ancora fruibile al Faro: interrogazione del Movimento 5 Stelle

Il gruppo consiliare ha presentato un'interrogazione  al sindaco e preannuncia segnalazioni nelle sedi opportune ipotizzando il danno erariale

 

Un terreno privato in via sant’Elena affittato dall’amministrazione per i mesi di luglio ed agosto  per adibirlo a parcheggio temporaneo  per chi si reca nella più amata zona balneare augustana del Faro Santa Croce,  che però ad oggi non sarebbe stato utilizzato, né reso fruibile mentre sono stati pagati già 4 mila euro dall’amministrazione, di cui 2 mila per il canone di locazione di luglio e altre 2 mila come “rimborso per le spese di adeguamento documentate ed effettuate a cura della locatrice”.

Ruota attorno a questo l’interrogazione presentata dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle che da qualche settimana sta seguendo la vicenda del contratto di locazione temporaneo del terreno che si trova alla fine di  via Sant’ Elena, in prossimità della cosiddetta “Madonnina”.

Il contratto è stato stipulato dall’amministrazione comunale per adibire l’area a parcheggio, a servizio, presumibilmente, della zona balneare del Faro – scrivono in una nota Roberta Suppo, Chiara Tringali e Giovanni Marco Patti- Nei giorni scorsi, sono state pagati al proprietario 4000 euro, uscite dalle casse del Comune, ossia di noi tutti cittadini. Ad oggi però su quel terreno non esiste alcuna possibilità di parcheggiare. Si può ragionevolmente pensare che l’atto costituisca un danno erariale. Nel mese di luglio nessuna macchina è entrata in quel parcheggio per il semplice motivo che “l’area adibita a parcheggio temporaneo” non è tale, come può appurare chiunque con un semplice sopralluogo”.

I pentastellati preannunciano segnalazioni nelle sedi opportune, dopo aver presentato una interrogazione al sindaco, “alla quale speriamo risponda presto”.  

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo