Augusta: “otterremo il finanziamento per il porto di Augusta”, così affermano Vinciullo e Iacolino

“Il tranciante giudizio della Corte dei Conti europea sull’utilizzo dei fondi Fesr (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) per il progetto di sviluppo e completamento del porto commerciale di Augusta rappresenta un’ ulteriore conferma dei continui ritardi, della scadente programmazione, dei controlli intempestivi e dell’assenza di una governance sulle progettualità espresse che caratterizzano, in molti casi, la realizzazione delle “Grandi Opere” in Sicilia”. Lo affermano l’europarlamentare, Salvatore Iacolino e il deputato regionale, Vincenzo Vinciullo.

La severità del giudizio espresso – continuano Iacolino e Vinciullo – impone una forte accelerazione per adeguare – ai requisiti richiesti dalla Commissione Europea – un progetto che come è stato concepito finora non creerebbe valore aggiunto per l’economia regionale (le merci verrebbero trasportate da una nave all’altra e non entrerebbero nel territorio), né sarebbe in linea con le disposizioni del Quadro Strategico Nazionale 2007/13 anche al fine di valorizzare la centralità nel Mediterraneo.

Così come avvenuto per il completamento del progetto autostradale “Siracusa-Gela” proveremo a recuperare il finanziamento con il concorso responsabile degli Enti coinvolti, in particolare con l’Autorità Portuale per assicurare la realizzazione di un’infrastruttura strategica per quell’area. La procedura di decisione è ancora aperta. Per sbloccare gli ulteriori fondi europei e quelli di competenza Ministero dello Sviluppo Economico occorre rafforzare la compatibilità dell’intervento rispetto alla normativa europea in termini di aiuti di Stato e al contempo valorizzare le relazioni tra il porto di Catania, l’interporto di Catania Bicocca ed il porto di Augusta per realizzare quella piattaforma della Sicilia Sud Orientale individuata nella pianificazione regionale e alla quale bisogna pur dare una qualche forma.

“Data l’importanza del progetto, abbiamo chiesto alla Commissione Europea – concludono Iacolino e Vinciullo – la disponibilità già ricevuta per una riunione ad-hoc su Augusta nel mese di Maggio, Sono convinto che alla fine il progetto verrà finanziato anche se appare impossibile che una decisione di approvazione del cofinanziamento comunitario venga presa a maggio. Siamo convinti che il progetto verrà finanziato con una decisione che confidiamo – con il sussulto d’orgoglio richiesto all’Amministrazione regionale – possa intervenire in tempi ragionevolmente brevi”

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo