In tendenza

Augusta, operazione “Black trash”: due patteggiamenti e 4 rinvii a giudizio, tra cui il dirigente della ex Provincia Morello

È l’esito dell’udienza preliminare celebrata ieri al Tribunale di Siracusa davanti al Gup Salvatore Palmeri

Due patteggiamenti e quattro rinvii a giudizio per le 5 persone coinvolte  nell’operazione “Black trash”, condotta l’anno scorso dalla Guardia di Finanza e coordinata dalla Procura di Siracusa, tra cui l’augustano Domenico Morello, dirigente in pensione del decimo settore Territorio e ambiente del Libero consorzio comunale. Ieri si è celebrata l’udienza preliminare al Tribunale di Siracusa e davanti al  Gup Salvatore Palmeri ha patteggiato la pena a 2 anni e due mesi Angelo Aloschi, uno dei tre amministratori dell’ “Ecomac”, difeso dagli avvocati Francesco Favi e Stefano Rametta. Era accusato  di sfruttamento della manodopera e truffa aggravata per illecita percezione di finanziamenti pubblici.

Ha patteggiato anche la stessa società,  condannata al pagamento di poco più di  45 mila euro. Sono stati, invece, rinviati a giudizio, su richiesta dei pubblici ministeri Salvatore Grillo e Tommaso Pagano,  Salvatore Montagno Grillo, Gianfranco Consiglio, altri due amministratori della Ecomac, Vincenzo Reale, esponente politico di Lentini e Domenico Morello, difesi dagli avvocati Aldo Ganci, Mery Spurio, Angelo D’Amico, Antonello Forestiere e Beniamino D’Augusta.

La vicenda ruota attorno alla “Ecomac”, società del settore dello smaltimento e trattamento dei rifiuti,  che avrebbe pagato i propri lavoratori a tariffe inferiori rispetto a quelle previste nei contratti collettivi e avrebbe ottenuto dalla Regione un finanziamento di 800 mila euro a fondo perduto per la costruzione di una piattaforma per lo stoccaggio ed il trattamento dei rifiuti speciali non pericolosi in contrada San Cusumano, nella zona industriale di Augusta. Secondo l’accusa lo avrebbe ottenuto  modificando le condizioni dei dipendenti e, dunque, in maniera indebita.

Per realizzare questo nuovo impianto la società ha ottenuto anche la prevista  autorizzazione dal dirigente del X settore del Libero consorzio di Siracusa Morello, accusato di corruzione nell’esercizio della funzione, perché secondo la Procura l’avrebbe rilasciata  in cambio della promessa di due assunzioni. Nell’ambito di richieste di posti di lavoro ruoterebbe anche la posizione di Reale.

La prima data dell’udienza è stata fissata, a Siracusa, per il 10 marzo 2022.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo