Augusta, omaggio floreale alla Madonna della Lettera nella chiesa di San Giuseppe

Oggi 3 giugno, nel giorno della sua festa e a nome della confraternita di Messina verrà deposto un mazzo all’altare della Vergine nella chiesa di via Garibaldi

Un omaggio floreale verrà deposto oggi, giorno in cui si  celebra oggi la Madonna della Lettera, patrona della città di Messina, all’altare della Vergine che si trova nella chiesa di san Giuseppe a  nome delle confraternite di Messina che faranno lo stesso nell’ altari dedicati alla Madonna  nella Basilica Cattedrale di Palermo.

L’ iniziativa è promossa dal Centro interconfraternale diocesano della città peloritana che  promuove e valorizza il culto in Sicilia, quest’ anno fortemente limitato dalle misure imposte per contenere la  diffusione del covid e che, nel rispetto delle norme attualmente in vigore, prevede alcuni eventi per evidenziare il legame tra le confraternite e Maria. “Quest’anno – dice Marco Grassi dell’arciconfraternita dei Catalani di Messina – sono stati privilegiati due luoghi particolarmente cari alla devozione della Vergine sotto il titolo della Lettera: Palermo e Augusta. Ringraziamo Concetto Lombardo, governatore della confraternita di San Giuseppe di Augusta, che ha accettato l’invito a deporre un serto floreale all’altare della Vergine a nome delle confraternite di Messina. Un gesto che sarà svolto contestualmente all’atto di affidamento che reciteremo nel pomeriggio nella nostra cattedrale”.

Come riferisce Giuseppe Carrabino, presidente della Società augustana di Storia patria  “il culto ad Augusta ha radici antiche. Già nel XVII secolo un altare della Madonna della Lettera era stato eretto nella Chiesa di Gesù e Maria, sede di una importante confraternita che riuniva il ceto dei maestri calzolai. – ricorda-  Risale invece al XVIII secolo l’altare esistente nella chiesa di San Giuseppe edificato per devozione dell’architetto messinese Giuseppe Palazzotto che volle anche stabilirvi la propria sepoltura. La chiesa di San Giuseppe di Augusta custodisce ben due dipinti sul tema della Madonna della Lettera: la pala d’altare con l’ambasceria dei messinesi e una tela di modeste dimensioni conservata in sagrestia. I due dipinti sono racchiusi da pregevoli cornici intagliate e dorate. Ringrazio Marco Grassi, confrate e studioso della storia civica e religiosa di Messina, per aver voluto inserire Augusta e in particolare la nostra chiesa confraternale di San Giuseppe, in questo ambizioso programma. Siamo certi che in futuro, – conclude- quando verranno meno le attuali restrizioni, potremo continuare a lavorare per ulteriori iniziative e rafforzare quel legame che unisce le città di Augusta e Messina”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo