Augusta, Ognissanti e Commemorazioni defunti: ancora messe all’aperto davanti la chiesa chiusa di Gesù Rendentore

I lavori sono finiti due anni fa e si attende che venga ultimato collaudo, oggi pomeriggio la banda omaggerà anche il maestro Giordani

Si svolgeranno anche quest’anno, davanti alla chiesa di Gesù Redentore, ancora chiusa del cimitero, le celebrazione religiose in occasione della commemorazione di Tutti i santi e dei defunti. A rendere impossibile la riapertura della struttura, sottoposta ai lavori di consolidamento e restauro finiti già due anni fa, è l’assenza del collaudo dell’ opera che è a cura della Regione essendo stato l’intervento finanziato con i fondi della legge 433/91 per la ricostruzione post sisma per un totale di 750 mila euro. L’ apposito collaudatore è stato nominato dalla Regione, anche se dopo diverse sollecitazioni dell’Ente, e essendo state apportate delle varianti al progetto iniziale ha chiesto delle integrazioni che sono ancora all’esame degli uffici.

La messa all’aperto sarà stamattina alle 10 celebrata da padre Davide Di Mare della parrocchia del Sacro Cuore, ne seguiranno altre due alle 11 e alle 16 a cura rispettivamente di padre Enzo Zagarella della parrocchia di Santa Maria del perpetuo soccorso e don Antonio Trapani di Brucoli. A partire dalle 15, inoltre, il Corpo bandistico Città di Augusta diretto dal maestro Gaetano Galofaro renderà omaggio alla memoria dei defunti con il suo tradizionale “giro musicale. Come ogni anno, – fa sapere- la banda si radunerà prima sul piazzale esterno del cimitero, poi ne varcherà il cancello per rivolgere un saluto al compianto maestro Giuseppe Passanisi sulla sua tomba e successivamente proseguirà con la visita alle altre aree del cimitero. Quest’anno la banda avrà il piacere di rendere omaggio anche al maestro Marcello Guagliardo Giordani, tenore lirico di fama internazionale e illustrissimo figlio di Augusta prematuramente scomparso da qualche settimana, davanti la cappella di famiglia. Un prezioso momento di raccoglimento e di aggregazione che la banda intende regalare a tutta la cittadinanza nel nobile intento di non far disperdere mai la memoria dei nostri familiari e amici che ci hanno lasciati”.

Domani, invece, alle 9 ci sarà la celebrazione religiosa di don Giuseppe Mazzotta, parroco di san Giuseppe Innografo e alle 11 la messa con la partecipazione delle autorità civili militari officiata da don Palmiro Prisutto, preceduta dalle commemorazione alle 10,45 dei caduti militari al monumento del Rivellino. Alle 15, inoltre, è in programma il pellegrinaggio per le vie del cimitero diretta dalla comunità parrocchiale di San Francesco di Paola guidato da padre Francesco Scatà e la santa messa all’aperto conclusiva con padre Angelo Saraceno, della chiesa di Santa Lucia.
Da oggi e fino alle 17,30 di domani è vietata la circolazione veicolare nella stradella di ingresso de del cimitero comunale, il cimitero oggi sarà aperto fino alle 17:45 e dal 28 di ottobre e fino al 4 novembre sono sospese tutte le attività lavorative delle imprese addette alla costruzione di tombe e cappelle private.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo