Augusta, nuovo pulmino per il trasporto disabili donato al Comune da Sonatrach

Stamattina la cerimonia di consegna del mezzo che é già operativo, sia il sindaco sia l’amministratore delegato della raffineria hanno detto che "non si tratta di una compensazione"  

È stato consegnato ufficialmente stamattina ed già in marcia il pulmino nuovo di zecca attrezzato per il trasporto disabili e donato al Comune dalla raffineria Sonatrach Italia, ex Esso. Sostituirà l’altro mezzo, sempre donato nel 2007 dalla stessa raffineria, che ormai è vecchio e più volte si è guastato, costringendo l’Ente a sospendere il servizio di trasporto disabili da e per il Centro siciliano di riabilitazione (ex Aias), che si trova fuori dal centro urbano.

Per questo ho richiesto alla Sonatrach l’acquisto di un pulmino attrezzato della necessaria pedana da destinare alle stesse finalità del precedente – ha detto il sindaco Cettina Di Pietro, presente stamattina insieme all’assessore alle Politiche sociali Rosanna Spinitta, al comandante dei vigili urbani Angelo Carpanzano e alla presidente del Consiglio Sarah Marturana- In tempi rapidissimi il furgone è stato donato attrezzato alle esigenze del caso. Con l’amministratore delegato della società, Rosario Pistorio abbiamo convenuto che non si tratta di una misura di compensazione ma piuttosto si tratta di essere partecipi con le attività di una società e abbiamo ritenuto di chiedere qualcosa che potesse ere utile per la comunità e non di effimero. Abbiamo fatto anche altre richieste pure ad altre realtà del territorio”.

L’amministratore delegato e direttore della raffineria di Augusta  Pistorio, presente insieme al responsabile della Pubbliche relazioni Angelo Grasso e a Nuccio Ventura dello stesso ufficio, ha detto che “ siamo fermamente convinti che si può stare insieme nello stesso territorio, dobbiamo stare insieme ed avere una visione congiunta di futuro. Siamo convinti che – ha aggiunto- lo si può fare in modo sostenibile guardando al futuro della terra, visto che la Sonatrach è composta per lo più da lavoratori siciliani. Siamo orgogliosi di dire che questa non è un’  attività di compensazione del territorio, siamo diversi rispetto ad altri casi, si parla tanto di Ilva, ma non andiamo in quella direzione. La nostra idea è quella di contribuire con questi gesti che hanno anche delle ricadute sociali”.

Quando si mostra una sensibilità verso i più deboli questa è una bella notizia è un gesto di civiltà in questo caso per i disabili, quando c’è la gratuità è un’ altra bella notizia a cui spesso non si crede”, ha detto padre Angelo Saraceno nel benedire il mezzo che sarà guidato dai 4 autisti del Comune, che si alternano insieme a due operatori per accompagnare i disabili ogni  lunedì, mercoledì e venerdì pomeriggio, il martedì e giovedì  mattina con corse ogni 45 minuiti, per un totale di 650 chilometri a settimana.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo