In tendenza

Augusta, nuove disposizioni in materia di viabilità e divieti. E fioccano le multe

Divieto di fermata in via San Giuseppe ancora poco rispettato, situazione problematica con soste selvagge a Brucoli, Faro Santa Croce ed Agnone Bagni

Nuove disposizioni in materia di viabilità sono state adottate, nei giorni scorsi, in alcune  zone del territorio facendo scattare sanzioni a chi non le ha rispettate insieme ad un più capillare controllo del territorio da parte dei vigili urbani.

Lo fa sapere l’assessore alla Polizia municipale Giuseppe Carrabino, che con un atto di indirizzo ha predisposto  il divieto di fermata in via San Giuseppe, nel tratto tra via San Pietro martire e via Cristoforo Colombo, al centro storico. L’installazione della segnaletica verticale ad opera della squadra della polizia municipale al comando dell’ispettore Mimmo Sicuso ha sancito l’entrata in vigore dell’ordinanza che ha già registrato parecchie vetture sanzionate. “Un atto necessario – ha dichiarato Carrabino – per ripristinare la corretta viabilità in una delle arterie nel cuore del centro storico di Augusta. E’ inspiegabile come sia stato possibile permettere la sosta nonostante una carreggiata di modeste dimensioni con non poche difficoltà per i mezzi in transito.

Reiterato il divieto in piazza Duomo dove gli agenti di polizia municipale hanno sanzionato numerose vetture in sosta nel tratto antistante il palazzo municipale, come pure multe sono scattate in via Adua dove è stato apposto un divieto di fermata da qualche mese su un lato della carreggiata, in via Colombo nel tratto compreso tra via San Giuseppe e via XIV Ottobre,  nella centralissima via Principe Umberto nel centro storico e nelle vie Giovanni Lavaggi e Italia in Borgata.

Per l’assessore ancor più problematica è la situazione riscontrata a Brucoli dove il parcheggio selvaggio si nota, soprattutto nei fine settimana, in via Libertà e nelle piazze Belvedere e San Nicola, ma anche al Faro Santa Croce e nella più ancora più critica Agnone Bagni.

“Purtroppo le esigue forze di polizia municipale non ci consentono una capillare presenza su tutto il territorio comunale che a causa dell’estensione richiederebbe un organico di gran lunga superiore all’attuale. – ha aggiunto Carrabino-   Tuttavia, nel rendere merito all’ ispettore Maria Boschetto, comandante facente funzione, non posso non esprimere gratitudine a tutte le donne e gli uomini del corpo di Polizia municipale che con spirito di abnegazione riescono a sopperire a tutte le esigenze in materia di viabilità, polizia giudiziaria, edilizia, veterinaria, amministrazione, segreteria, controlli del territorio per abusi e discariche”.

Nei prossimi giorni proseguirà l’attività per la posa della segnaletica orizzontale e verticale in diversi punti, tra cui l’ex strada provinciale 61, di recente acquisita al patrimonio comunale, dove sono stati avviati gli interventi di sistemazione in via Aldo Moro in prossimità della caserma dei Carabinieri.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo