Nuovo Dpcm, Musumeci al governo Conte: “Roma pensi al ristoro per le attività chiuse”

Augusta, Muscatello: Vinciullo e Coltraro su Mozione d’Aula

Dichiarazione dell’On. Vinciullo e Coltraro in merito alla mozione sull’Ospedale Muscatello di Augusta:

On. Vinciullo:

“Dopo le promesse, mai mantenute, dello scorso Governo e dell’Assessore al ramo Massimo Russo, finalmente, la vicenda del Polo Ospedaliero di Augusta e degli altri siti con la popolazione maggiormente a rischio, a causa delle industrie che vi insistono, Gela e Milazzo, volge alla volta di una soluzione positiva.

Lo comunica l’On. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS, il quale ha depositato Emendamenti aggiuntivi a una Mozione d’Aula, prettamente indirizzati al P.O. della cittadina del Siracusano, anche per il ripristino del punto nascita, “facendo bene attenzione – specifica l’On. Vinciullo – a non depotenziare, per questo, altre strutture operative nell’ambito del distretto o dell’Asp8 di Siracusa”.

All’assessore alla Sanità, Rita Borsellino, l’On. Vinciullo chiedeva veramente un atto di coraggio. Tutto deve avvenire senza pregiudicare gli altri presìdi ospedalieri che, già nella provincia di Siracusa, sono martoriati; noi abbiamo un Ospedale, a Siracusa, degli anni ’70, non abbiamo un Ospedale nuovo, non ci sono i posti necessari per quella che è, veramente, l’esigenza del territorio. Se andiamo a depotenziare un Ospedale che insiste in una zona veramente martoriata, questo è un qualcosa che non possiamo accettare!

L’assessore Borsellino ha specificato, in Aula, che l’attenzione Sua e del Suo staff si focalizza anche sul potenziamento del Presidio di Augusta, al di là del recente riconoscimento di tale Presidio come centro di riferimento regionale per l’asbestosi, grazie al convincimento che una riqualificazione di questo Presidio in semplice Presidio territoriale di assistenza non può rispondere, da solo, alle esigenze di salute della popolazione. E per questa dichiarazione mi posso dire al momento soddisfatto, in attesa di conoscere i termini esatti di questa rimodulazione che ho fiducia possa essere una riqualificazione, quella di cui i Cittadini dell’area hanno bisogno.

Quindi, l’On. Vinciullo, chiede anche un incontro dell’Assessorato con la Cittadinanza di Augusta “perché i tanti problemi che insistono su questo territorio vengano esposti chiaramente e possano trovare soluzione definitiva”: L’emendamento dell’On. Vinciullo, fra l’altro, riguarda il ripristino dei 120 posti letto per acuti, altri 120 posti pubblici nel Muscatello di Augusta.”

On. Coltraro:

“L’ospedale di Augusta ha un ruolo strategico per la salute dei cittadini e deve essere potenziato”. L’ ha detto nella seduta di ieri a Palermo il segretario della Commissione Attività produttive dell’Ars, on. Giambattista Coltraro del Gruppo parlamentare “Il Megafono – Lista Crocetta. In Aula, infatti, è stata trattata la mozione inerente il potenziamento del nosocomio megarese.

Fondamentale ed importante è stato il contributo del deputato Augustano, il quale in questi mesi,  attenendosi alla linea del rigore e della concretezza,  evitando così il clamore speculativo come sovente avviene quando si tratta un argomento sensibile qual è quello della salute dei cittadini, ha svolto un ruolo di cerniera tra le esigenze del territorio e le aspettative dei cittadini, attraverso l’assessorato alla Salute, rappresentato da Lucia Borsellino e l’Asp di Siracusa che è retta dal commissario Mario Zappia. Interventi di Coltraro  finalizzati a supportare una proposta concreta e fattiva in merito al potenziamento del presidio ospedaliero di Augusta.

Coltraro davanti al parlamento siciliano ha ribadito il ruolo strategico del Muscatello ” della peculiarità del bacino di utenza caratterizzato dalla presenza del maggiore polo petrolchimico d’Europa,  del porto commerciale e militare, della base navale, sede del comando Militare Marittimo di Sicilia,  dell’arsenale militare e di una importante casa di reclusione che ospita quasi mille extraresidenti”.

Coltraro facendo, riferimento alla legge regionale 5/09 che prevede specifici finanziamenti per il soddisfacimento delle necessità derivanti dalle esigenze di protezione della salute nelle aree industriali a rischio, ha chiesto al governo della Regione l’attivazione di nuove unità operative complesse in discipline oncologiche e radioterapiche, il mantenimento di 24 posti letto di medicina con gestione pubblica, di 14 posti letto di neurologia, l’istituzione di una unità operativa semplice di pediatria con 8 posti letto di degenza;

il mantenimento dell’attività chirurgica di otorinolaringoiatria e,  soprattutto, l’attivazione del polo oncologico provinciale, affinchè possa  diventare una eccellenza per la cura della malattia del cancro. Il parlamentare del Gruppo Crocetta, ha chiesto pure ed impegnato il governo siciliano a individuare specifici finanziamenti necessari a raggiungere l’obiettivo, ricordando, “che la salute del cittadino è precipua su tutto e che per questo occorre investire per creare eccellenze, come quello dell’oncologia, che evitino “viaggi della speranza”  e diano la possibilità di poter essere curati anche nella propria terra senza ulteriori disagi per i malati e per i loro familiari”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo