Augusta, messa in sicurezza dell’ex campo sportivo Fontana: approvato il progetto, entro settembre il bando

E' quanto emerso dalla conferenza dei servizi decisoria che si è svolta mercoledì nel salone del Comune

Entro fine settembre sarà pubblicato il bando di gara per la messa in sicurezza dell’ex campo sportivo Fontana. È quanto emerso dalla conferenza dei servizi decisoria che si è svolta mercoledì, nel salone del Comune, nella quale è stato approvato il relativo progetto, redatto dal Provveditorato regionale per le opere pubbliche, di messa in sicurezza dell’area dove, nel sottosuolo, furono trovate ceneri di pirite che  portarono alla chiusura della struttura sportiva nel 2005 per decisione del ministero dell’Ambiente. Il progetto prevede anche lo smaltimento delle acque meteoriche del piazzale antistante il campo di calcio, ma anche la realizzazione del nuovo impianto sportivo laddove è sempre stato.

La conferenza è stata indetta dal commissario straordinario per la bonifica delle discariche abusive, Giuseppe Vadalà ed erano presenti anche Aldo Papotto, responsabile per l’Ufficio del commissario della Divisione economica-finanziaria, il sindaco Cettina Di Pietro e l’assessore ai Lavori pubblici Roberta Suppo, il Provveditore interregionale per la Sicilia e la Calabria alle Opere pubbliche Gianluca Ievolella, il progettista Giorgio Bonuso, il responsabile unico del procedimento Dugo, il dirigente delle divisione bonifiche della Regione siciliana Francesco Lo Cascio, i rappresentanti di Arpa Sicilia, Santa Interdonato e Marcello Farina, i rappresentanti dei gestori delle reti idriche e dell’ex Provincia.

“Grazie al lavoro congiunto di tutto il tavolo e quindi a un grande impegno di squadra,  si è riusciti a porre, dopo anni di tentativi andati a vuoto, un punto fermo di definizione della fase progettuale che consentirà il lancio della gara entro il prossimo settembre”- ha detto il commissario che ha ringraziato il sindaco Di Pietro per  aver “messo l’ufficio del Commissario nelle condizioni migliori per operare con speditezza, nel rispetto delle tempistiche e delle normative vigenti in materia ambientale” e il provveditore Ievolella, per aver assicurato insieme alla sua squadra “un apporto di eccellenza quale stazione appaltante. Venendo a sviluppare e curare  i progetti sia per la fase di messa in sicurezza che per quella di realizzazione degli impianti sportivi”.

Il campo Fontana, luogo simbolo dello sport cittadino, viene restituito agli augustani – ha commentato il sindaco -. Era l’impegno che avevo preso il giorno dopo la mia elezione:  adesso, proprio negli ultimi giorni del mio mandato, diventa realtà. Ringrazio chi ha reso possibile questo grande successo che è di tutta la città di Augusta, in particolare il generale Vadalà, il maggiore Papotto e l’ingegnere Ievolella, anche per la pazienza con la quale hanno accolto le mie continue sollecitazioni e le mie richieste che oggi rimangono tutte soddisfatte”.

A quasi tre anni, dunque, dalla nomina del commissario unico per bonifiche Vadalà avvenuta ad agosto del 2017, si compie l’atteso e decisivo passo per restituire, entro giugno del 2022, così come prevede l’ultimo  cronoprogramma, il campo sportivo agli augustani che ne sono privati da ben 15 anni.

Una volta ultimati i lavori – ha concluso Vadalà – questa sarà una delle maggiori realizzazioni degli 81 siti assegnati al commissario per minimizzare la sanzione europea e risanare il territorio nazionale dagli inquinamentisoprattutto crediamo che la nostra missione non sia unicamente quella di bonificare o porre in sicurezza i siti ma anche quella di ridare vita a questi pezzi di territorio, e in questo caso, poter di nuovo vedere il campo del Megara attivo, ha per noi una tangibile rilevanza


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo