Augusta, Marina Militare: tagli delle spese per la pulizia. Ugl-Intesa si prepara allo stato di agitazione

Marina militare, circa dodici Enti della Sicilia, distribuiti soprattutto tra Augusta e Priolo per il siracusano, Catania e Messina, dovranno fare i conti con il dimezzamento delle spese per la pulizia.

A denunciarlo è la Ugl-Intesa regionale che ha sottolineato come uffici, corridoi e svuotamento dei cestini saranno esclusi dal capitolato d’appalto che prevederà la pulizia solo dei bagni, della mensa e dell’infermeria.

Mantenere gli standard igienico sanitari è un dovere del datore di lavoro – dichiara il Segretario regionale Ugl-Intesa Fp, Giuseppe Piccione – ed è una questione non solo di salubrità ma anche di vivibilità e soprattutto di dignità.

Intanto la Ugl-Intesa preannuncia già dai prossimi giorni lo stato di agitazione con probabili astensioni dal lavoro che saranno rese note attraverso le consuete procedure contrattuali.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo