In tendenza

Augusta, luci a led in tutto il territorio, il Consiglio approva il progetto. Pasqua e Sicari: “rivoluzionerà il sistema di illuminazione pubblica”

Il via libera è arrivata dalla sola maggioranza , si risparmierà in emissioni di anidride carbonica e costo del servizio

Novecentottantrè tonnellate di anidride carbonica (CO2) in meno ogni anno per i prossimi 23, per un risparmio energetico dell’illuminazione pubblica del 65% rispetto ai consumi attuali. E’ quanto si otterrà una volta  riconvertiti tutti gli apparecchi illuminanti con corpi a Led,  reso possibile dall’approvazione da parte del Consiglio comunale di ieri sera del progetto di finanza per i lavori di riqualificazione ed efficientamento energetico gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione con predisposizione di servizi smart city nel Comune di Augusta.

“Si tratta di un progetto che consentirà non solo di risolvere le note criticità di un impianto ormai vetusto e quindi soggetto naturalmente a guasti sempre più frequenti, ma permetterà soprattutto di traguardare un importate obiettivo in termini di sostenibilità ambientale” – fanno sapere gli assessori ai Lavori pubblici Angelo Pasqua e all’Innovazione tecnologica Rosario Sicari- Il Comune di Augusta abbandonerà definitivamente le lampade al sodio che creano quella fastidiosa luce arancione e, all’insegna del benessere visivo ed estetico, saranno installate lampade a Led con differenti temperature di colore a seconda della zona illuminata e con dimmerazione (regolazione) automatica nelle ore notturne”.

Un percorso di riqualificazione iniziato con l’illuminazione di via Roma, piazza Fontana e proseguito con contrada Campolato e Corso Sicilia e che ora si amplierà a tutta la città, con la riqualificazione di 3511 corpi illuminanti e 300 pali, l’installazione di 3 km di linee elettriche e di 70 quadri elettrici dotati di tecnologia in telecontrollo: sarà, quindi, immediato intervenire in caso di eventuali anomalie o guasti, quali la semplice fulminazione di una lampadina.

Grazie a questo progetto, in soli 12 mesi, i tempi previsti da cronoprogramma, creeremo anche un’infrastruttura per rendere ancora più smart la nostra città, con telecamere letture targhe e pannelli a messaggio variabile che saranno installati per il controllo degli accessi nella nostra città. Anche piazza Duomo godrà di una illuminazione monumentale, degna del salotto di una città come Augusta. Continuiamo dunque a lavorare per la nostra città, in sinergia e con costante dedizione”-  concludono i due amministratori che si dicono grati con il personale dell’ufficio Lavori pubblici e tutti i consiglieri della maggioranza che sostiene il sindaco Di Mare, “unici presenti in aula al momento della discussione, per aver sostenuto un progetto destinato a cambiare il modo con cui guarderemo la nostra amata città”.

“Ieri sera in Consiglio comunale abbiamo approvato un atto epocale di straordinaria importanza per la nostra città e per la programmazione di un efficace sviluppo energetico e sostenibile nonché per una più efficiente gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione attivando la predisposizione di servizi di smart city. Un passo verso una città più moderna e migliore” – fanno sapere i componenti del  gruppo misto Biagio Tribulato, vicepresidente del Consiglio e i consiglieri Giuseppe Montalto e Margaret Amara, che sottolineano il lavoro sinergico degli  assessorati ai Lavori Pubblici e all’Innovazione tecnologica, seguiti rispettivamente da Pasqua e Sicari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo