In tendenza

Augusta: “La nomina di un consulente esterno cozza con le parole di austerità del Commissario”, così Di Mare e Sessa

Lascia parecchi dubbi la scelta del Commissario Regionale di Augusta di nominare con determinazione personale del 28 dicembre 2012 un consulente esterno esperto in materia finanziaria e contabile per € 1500,00 mensili, questo il commento dei Consiglieri Comunali Giuseppe DI MARE di Futuro e Libertà e Francesco SESSA dei Circoli Socialisti movimento per il territorio, a seguito dell’atto deliberato dal Commissario cittadino.

Sin dal suo insediamento – dicono Di Mare e Sessa – chi oggi ci amministra ha sempre fatto notare la grave situazione economica del nostro Comune, propinando ed attuando una politica di austerità, oggi la nomina di un consulente esterno ci riporta indietro nel tempo e ci lascia perplessi. Senza entrare nel merito delle capacità personali del professionista nominato, senza contestare la somma assegnata, ma veramente – si chiedono Di Mare e Sessa – il nostro Comune ha bisogno di un consulente esterno esperto in materia contabile? Ma l’ufficio a ciò preposto, con tanto di dirigenti, di personale preparato, può esser messo dinanzi a questo sberleffo che di fatto ne qualifica in modo scarso il lavoro?

La stessa modalità di scelta dell’esperto sa molto di “vecchia politica”, con il curriculum – affermano Di Mare e Sessa – della persona da nominare che viene “casualmente” protocollato in data 13 dicembre 2012, e la nomina che avviene un paio di giorni dopo, anticipata il giorno prima da una disposizione del Sindaco di Campobello di Licata che autorizza l’esperto (responsabile del settore finanziario di quel Comune) ad espletare l’attività nel nostro Comune. Da un lato si chiede con tanta “faccia tosta” lo sconto del 20% alle aziende che hanno lavorato con il Comune – continuano Di Mare e Sessa – e che su quelle somme hanno pagato interessi, oneri e dipendenti, dall’altro si nomina un consulente esterno, da un lato non si perde l’occasione per ribadire lo stato di difficoltà economica del Comune dall’altro si sminuisce il lavoro degli uffici comunali e dei revisori dei conti a cui poteva chiedersi un contributo ancora maggiore.

Peccato, anche su questa vicenda come su altre la strada presa dal Commissario non ci convince, noi abbiamo un’altra idea per superare le difficoltà, e soprattutto riteniamo che sarebbe bastato – concludono i Consiglieri Comunali Giuseppe Di Mare di Futuro e Libertà e Francesco Sessa dei Circoli Socialisti movimento per il territorio – chiedere ai tanti professionisti della nostra Città di dare il proprio contributo se proprio si voleva fare questa scelta, siamo sicuri che in molti anche gratuitamente lo avrebbero fatto, ma noi Amiamo Augusta!


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo