Augusta, La Cisl alla Marina Militare: “Riorganizzare le spese partendo dal comparto energetico”

La Marina Militare vari un piano di razionalizzazione della spesa che parta da risparmi essenziali come quello energetico“. La proposta è di Daniele Passanisi, responsabile del dipartimento Ministeri e Agenzie Fiscali della Cisl Fp Sicilia, che l’ha trasmessa al Contrammiraglio Roberto Camerini, Comando Marina Militare Autonomo in Sicilia.

In un momento di spending review – afferma Passanisi – avviata dal governo nazionale, dar attuazione a un piano di razionalizzazione condiviso con le sigle sindacali è un’opportunità unica, sia per l’amministrazione sia per i lavoratori che, in virtù dell’articolo 16 del Decreto Legge 98/2011, possono beneficiare di una quota dei risparmi ottenuti da tali processi“.

Secondo Passanisi, anche la Marina Militare in Sicilia può prevedere una “spending review” sui capitoli di spesa, a cui associare un’attività di misurazione dei risultati raggiunti e di verifica dell’efficienza dell’amministrazione.

La Marina Militare in Sicilia – aggiunge Passanisi – può diventare apripista a livello nazionale di un nuovo percorso virtuoso, predisponendo un piano che parta dal risparmio energetico (ad esempio con l’impiego di pannelli solari, lampade, Led ) per arrivare a tutti i capitoli di spesa. Chiediamo alla Marina Militare di programmare specifici tavoli di confronto con le parti sociali per lavorare insieme al raggiungimento di questo obiettivo“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo