Augusta, il Ruiz selezionato tra le 23 scuole in Italia il percorso didattico “Biologia con curvatura biomedica”

Sarà avviato a partire dal prossimo anno scolastico, nato grazie ad un protocollo d’intesa tra il Miur e la Federazione nazionale dell’Ordine dei medici, dei Chirurghi e degli Odontoiatri

E’ tra le 23 scuole italiane e tra la tre siciliane individuate dal ministero dell’Istruzione, dell’ università e della Ricerca per sperimentare, già a partire dal prossimo anno scolastico 2020-2021, il percorso di “Biologia con curvatura biomedica” indirizzato agli studenti delle  terze.  Ad essere stato selezionato per questo nuovo percorso didattico,  nato grazie ad un protocollo d’intesa tra il Miur e la Federazione nazionale dell’Ordine dei medici, dei Chirurghi e degli Odontoiatri è il liceo Scientifico delle Scienze applicate “Arangio Ruiz”,  scelta in Sicilia insieme ad altre due  della provincia di Siracusa, il Corbino di Siracusa e il Da Vinci di Floridia.

La sperimentazione “Biologia con curvatura biomedica” ha l’obiettivo di favorire l’acquisizione di competenze in campo biologico, grazie anche all’adozione di pratiche didattiche attente alla dimensione laboratoriale e di orientare le studentesse e gli studenti che nutrono un particolare interesse per la prosecuzione degli studi in ambito chimico-biologico e sanitario. Inoltre, il percorso vuole far acquisire le competenze che possano facilitare il superamento dei test di ammissione al corso di laurea in Medicina e Chirurgia e Professioni sanitarie, ma anche far riflettere su comportamenti seri e responsabili nei riguardi della tutela della salute.

Il percorso formativo, riprodurrà il modello adottato al liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, scuola capofila individuata dal Miur  durerà tre anni con periodi di formazione in aula e periodi di apprendimento mediante didattica laboratoriale. “Sono molto soddisfatta e ringrazio, ancora una volta – ha dichiarato il dirigente scolastico, Maria Concetta Castorina -, i docenti della scuola per la dedizione nell’elaborare, con forte spirito di collaborazione, progetti didattici di grande levatura culturale. Si tratta di una preziosa opportunità per i nostri studenti che contribuirà a rendere la nostra offerta formativa sempre più al passo coi tempi e proiettata verso le esigenze occupazionali del paese”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo