In tendenza

Augusta, grossa chiazza marrone nella rada: interviene la Capitaneria di porto

Il presunto inquinamento è stato segnalato da Legambiente Priolo, la Capitaneria è intervenuta ma si tratterebbe di fenomeno naturale

Una grossa chiazza con scia di colore marrone è appara questa mattina in un tratto di mare tra il pontile Nato e la banchina della cementeria, nella rada megarese, facendo pensare ad uno sversamento in mare.

Le foto del presunto inquinamento sono state inviate  alla Capitaneria di porto da Legambiente Priolo che ha ricevuto la segnalazione e che ha chiesto “di verificarne la provenienza e di individuare al più presto possibile le responsabilità”.

Una  motovedetta della Capitaneria di porto di Augusta si è recata sul luogo indicato e, come ci ha riferito, non ha trovato più nulla in quanto si tratterebbe di mucillagine, ovvero agglomerati di microalghe che si aggregano soprattutto quando c’è caldo  creando delle forme schiumose che poi si dissolvono.

Sarebbe, dunque, un fenomeno prettamente naturale abbastanza diffuso nelle acque megaresi, ciò nonostante è stato effettuato un campionamento dell’acqua per farlo analizzare dall’Arpa.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo