Augusta, gestione depurazione: cambia il commissario straordinario. Nominato Giugni, succede a Rolle

Ad aprile l’ex commissario Rolle aveva annunciato l’aggiudicazione della progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza, per l’importo di 2,5 milioni di euro

Non sarà più Enrico Rolle a gestire la vicenda della depurazione ad Augusta. L’incarico triennale del commissario straordinario unico in Italia per la depurazione è scaduto, infatti, a fine aprile e non è stato più rinnovato. Al suo posto  il ministero ha nominato nei giorni scorsi  Maurizio Giugni, direttore del dipartimento di Ingegneria civile, edile, ambientale università Federico II di Napoli, che si è già insediato al ministero dell’Ambiente dove sarà affiancato dai subcommissari, Stefano Vaccari e Riccardo Costanza, quest’ ultimo in particolare ha seguito le procedure per la vicenda del depuratore ad Augusta.

Anche questa carica ha durata triennale e il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha sottolineato come il compito del commissario sarà quello  di accelerare la progettazione e la realizzazione degli interventi di collettamento, fognatura e depurazione, un problema questo da superare e che fa parte di quegli ritenuti interventi necessari e immediati per la ripartenza post Covid rilanciati anche nel piano  del team nominato dal governo e guidato dal manager Vittorio Colao. “Ricordo che il commissario, indicato d’intesa con la Commissione Europea, – ha detto Costa- ha ora più poteri, anche per interloquire direttamente con le istituzioni locali, al fianco delle quali lavoreremo anche per superare l’annosa questione delle infrazioni europee”. 

Per quanto riguarda la vicenda del depuratore ad Augusta e delle opere necessarie al superamento  dell’infrazione comunitaria per i quale sono disponibili 33 milioni del Cipe l’ultima  notizia risale ad aprile quando Rolle annunciò che attraverso la centrale di committenza Invitalia e con il supporto tecnico di Sogesid, si era conclusa la gara, bandita ad agosto dell’anno scorso, con l’affidamento della progettazione esecutiva, la direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza, per l’importo di 2,5 milioni di euro.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo