Augusta, esercizi commerciali obbligati a chiudere e attività aperte. Quasi 1.200 controllati dai vigili urbani

Non sono state riscontrate irregolarita’, gli agenti di Polizia municipale impegnati anche ai cotrnmli si strada e delle persone a piedi

Quasi 1.200 esercizi commerciali e altrettante persone controllate per verificare il rispetto degli obblighi imposti dai decreti del presidente del consiglio per l’emergenza del Covid-19. Anche agli agenti di Polizia municipale del locale comando sono impegnati nel controllo del territorio sia sugli spostamenti dei cittadini ma soprattutto nei confronti degli esercizi commerciali.

Quasi 1.200 sono stati quelli controllati “la scorsa settimana per constatare il rispetto della chiusura imposta mentre nelle attività che devono rimanere aperte, come  i supermercati e dove si vendono generi di prima necessità, gli agenti hanno verificato che si mantenessero le distanze di sicurezza di almeno un metro – ha fatto sapere l’assessore alla Polizia municipale Omar Pennisi -. Sono stati controllati, inoltre, poco meno di 1.200 persone trovate a circolare per strada a cui e’ stata richiesta l’autocertificazione e, nel caso, in cui non l’avevano a disposizione, è stato  fornito il modulo che è necessario anche quando si cammina piedi”.

Non sono state riscontrate irregolarità, ai vigili in particolare sono stati segnalati anche alcuni tratti di strada dove si verificano più facilmente assembramenti come ad, come ad esempio, via Lavaggi, alla Borgata, che però sono dovuti anche al fatto che in poche centinaia di metri si concentrano l’ufficio postale  – l’unico a parte quello di Brucoli rimasto aperto dopo la chiusura della sede del centro storico – e dove spesso ci sono file al Postamat e diverse attività che vendono generi di prima necessità. Anche in questo caso i vigili hanno invitato le persone in fila a rispettare le distanze di sicurezza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo