In tendenza

Augusta, eco-compattatori danneggiati dai vandali: uno è di nuovo funzionante, l’altro lo sarà oggi

Lo fa sapere  Cannavà, assessore alla Transizione ecologica che stigmatizza il vile gesto di chi  "ha sabotato volutamente le due macchine introducendo al posto delle bottiglie di plastica, sabbia, terra e materiale ferroso"

E’ stato sistemato l’eco-compattatore “mangia plastica” di piazza Fontana, alla Borgata danneggiato da un atto  vandalico mentre dovrebbe essere ripristinato oggi quello che si trova in via Dessiè angolo via Eroi di Malta, a Terravecchia. Lo fa sapere  Concetto Cannavà,  assessore alla Transizione ecologica che stigmatizza fortemente il vile gesto di chi quattro giorni fa  “ha sabotato volutamente le due macchine introducendovi all’ interno, al posto delle bottiglie di plastica, quantità importanti di sabbia, terra e materiale ferroso causandone il guasto”– dice. Questo è quello che hanno trovato i tecnici quando, a seguito di diverse segnalazioni di mancato funzionamento delle due macchine mangiasoldi, installate solo da qualche settimana, sono intervenuti e hanno aperto i due blocchi.

Non ci sono scusanti di nessun genere per chiunque compie gesti vandalici,  ma l’ ambiente è di tutti e il rispetto per gli sforzi fatti nel perseguire questo obbiettivo è primario” – dice Cannavà che ricorda che l’ idea di incentivare la raccolta della plastica è un segnale forte a favore dell’ ambiente, perché è ormai noto a tutti che se la plastica viene lasciata in giro inquinerà il territorio per tutta la vita, se invece viene recuperata potrà essere riutilizzata.

“Questa iniziativa, prima in provincia di Siracusa ha subito raccolto grande consenso da parte dei cittadini che immediatamente con grande senso di civiltà hanno cominciato ha smaltire le bottiglie ad uso alimentare (Pet) in questi impianti. Purtroppo qualche individuo con un vile gesto quattro giorni orsono li ha volutamente sabotati. L’ amministrazione Di Mare e tutta la città – conclude- deplora questo vile gesto e non farà sconti quando questi vandali saranno individuati e statene certi che questo avverrà. Certo rimane l’ amaro in bocca per quanto avvenuto, ma grazie a Coripet e al responsabile regionale D’Arcamo che con grande sensibilità sono subiti intervenuti e uno è stato ripristinato e l’altro lo sarà oggi”.

Per installare  i due impianti il Comune ha partecipato ad un bando del ministero alla Transizione ecologica finalizzato a incrementare la raccolta della plastica attraverso lo stanziamento dei fondi per la fornitura di eco compattatori a titolo totalmente gratuito per i Comuni con particolari requisiti. L’obiettivo si è poi concretizzato  tramite Coripet  un consorzio volontario riconosciuto dal ministero dell’ Ambiente, tra produttori, converter e riciclatori di bottiglie in Pet.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo