Il ministro Azzolina a Floridia, visita al liceo “Da Vinci”

Augusta, è in comunità terapeutica, ma a causa del comportamento i Carabinieri lo trasferiscono in carcere

La misura restrittiva ha avuto origine da reati contro la persona commessi dal soggetto nel periodo prenatalizio dello scorso anno

I Carabinieri della Stazione di Augusta hanno eseguito ordinanza di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari, con quella più afflittiva in carcere, nei confronti di M.D. di 44 anni, che si trovava ad espiare la pena in una Comunità Terapeutica Assistita della città megarese.

La misura restrittiva ha avuto origine da reati contro la persona commessi dal soggetto nel periodo prenatalizio dello scorso anno. Recentemente, invece, l’uomo si è reso protagonista di analoghi fatti all’interno del Centro Terapeutico compiuti in pregiudizio di altri pazienti ricoverati per cui la Corte di Appello di Catania, ritenendo la misura originaria ormai inadeguata alle circostanze, ha ritenuto opportuno apportare le modifiche concretizzate, poi, dai militari dell’Arma di Augusta che, portatisi nella struttura ed espletate le formalità di rito, hanno trasferito l’uomo alla Casa di Reclusione di Cavadonna.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo