In tendenza

Augusta, due migranti arrivati morti al porto: oggi la sepoltura al cimitero

Avevano 47 e 22 anni ed erano originari del Bangladesh, sono arrivati al porto di Augusta lo scorso 5 novembre

Avevano 47 anni e 22 anni i due migranti recuperati cadaveri ai primi di novembre  e arrivati al porto di Augusta il 5 novembre a bordo della petroliera “Zagara”.

La nave battente bandiera liberiana li aveva recuperati già morti insieme a 57 naufraghi, che erano stati  salvati in due diverse operazioni e che avrebbero riferito che i loro due compagni di viaggio non ce l’avrebbero fatta prima dell’arrivo dei soccorsi. Entrambi erano originari del Bangladesh e sono stati identificati come  Ibrahim Ibrahimail e Riazul Islam.

Oggi pomeriggio i due sfortunati uomini  sono stati seppelliti nel campo di inumazione del cimitero, a seguito  di un’ordinanza sindacale e una volta espletate tutte le procedure di riconoscimento e di autorizzazione, compreso il nulla osta della Procura di Siracusa. Ha presenziato alla sepoltura Biagio Tribulato, vice presidente del Consiglio comunale.

Riposeranno nel campo di inumazione dove già si trovano sepolti diversi altri, alcuni dei quali anche senza nome, che hanno affrontato il viaggio della speranza per cercare un futuro migliore e che, invece, sono arrivati al porto megarese dentro  sacchi neri durante i numerosissimi sbarchi degli anni precedenti.

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo