Augusta, distribuzione a rilento dei buoni spesa, la Lega: “si potenzi l’ufficio”

Secondo il dirigente Mignosa a due settimane dall’inizio della distribuzione le richieste evase sono circa il trenta per cento a fronte di oltre mille richieste

Non sarebbe il caso di potenziare gli uffici competenti in modo da esitare più richieste possibili e far avere quindi alle famiglie in difficoltà ciò di cui hanno bisogno?” A chiederlo è Gianfranco Mignosa, dirigente della Lega di Augusta, che entra nel merito della “lentezza” con cui si stanno distribuendo i buoni spesa alimentare, finanziati  in tutta Italia dalla Protezione civile per far fronte alle improvvise difficoltà economiche in cui si sono trovate improvvisamente tantissime famiglie, a causa dell’emergenza coronavirus, e che proprio con l’arrivo di questi buoni dovrebbero trovare un po’ di sollievo.

Secondo Mignosa a due settimane dall’inizio della distribuzione “le richieste evase sono circa il trenta per cento. A fronte delle oltre mille domande presentate non ne sono state soddisfatte neanche un terzo – scrive in una nota – Ci stanno contattando numerosi cittadini che hanno presentato la domanda e che lamentano come, a distanza già di due settimane ancora non abbiano ricevuto i buoni. Inoltre gli stessi cittadini ci hanno informato che avendo chiamato l’ufficio addetto per avere notizie della loro pratica, nessuno ha saputo dare loro informazioni utili e certe. Incuriositi, abbiamo quindi contattato anche noi lo stesso ufficio e ci è stato candidamente spiegato che al telefono risponde il messo comunale, il quale  ovviamente non essendo la persona, che ha accesso agli atti non può che rispondere “non lo so”. Crediamo che ogni cittadino debba potete ricevere informazioni sulla propria pratica e, soprattutto, ricevere al più presto il buono spesa, che per la propria stessa natura ha carattere di impellenza e necessità”.

Inoltre secondo il dirigente politico il Comune megarese sarebbe rimasto indietro mentre pare che tutti i Comuni abbiano già ultimato le procedure di consegna o sono in fase di ultimazione: “ad Augusta, nonostante l’impegno e l’abnegazione dei volontari della Protezione civile, si procede invece inspiegabilmente a rilento. Vorremmo capirne il motivo – conclude – Ci risulta che la media giornaliera di buoni erogati è di circa una ventina: di questo passo per arrivare a completare le oltre 1100 richieste non basterà la prossima estate”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo