Augusta: dall’ 1 maggio inizia la raccolta differenziata della plastica

Lo si è appreso da un comunicato del Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi), piatti e bicchieri monouso in plastica “a far data dal 01/05/12 saranno conferibili dai cittadini nel normale circuito della raccolta differenziata di imballaggi in plastica, usando la massima avvertenza nello svuotarli preventivamente da qualsiasi residuo solido o liquido diverso dalle inevitabili tracce residue del contenuto.” Finalmente viene risolto l’equivoco normativo che non ne permetteva la raccolta differenziata insieme agli altri prodotti di pastica.

Infatti le stoviglie di plastica non sono prodotte con un polimero di qualità diversa dalle altre plastiche riciclabili, semplicemente siccome non erano considerate “imballaggi” i produttori non erano tenuti a versare il contributo destinato a coprire i costi della raccolta differenziata e pertanto non potevano essere avviati al riciclo.

Anche se riciclabili, l’uso di prodotti usa e getta resta comunque sconsigliabile, se non nei casi di vera necessità, ed in ogni caso è sempre preferibile l’uso di materiali compostabili come il Mater-bi, purtroppo non sempre facilmente reperibili.
È sempre utile ribadire che l’efficacia della raccolta differenziata dipende molto dalla percentuale di impurità contenuta nel materiale avviato al riciclo, più è bassa quest’ultima più sarà alto il corrispettivo in denaro corrisposto al Comune.

Le percentuali di raccolta nei nostri comuni restano drammaticamente basse anche per questo motivo, basta un singolo “cittadino distratto” per vanificare il lavoro certosino di decine di famiglie, ad esempio una percentuale troppo elevata di impurità all’interno del cassonetto della plastica ne determinerà il conferimento in discarica e non l’avvio al riciclo.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo