In tendenza

Augusta, Consiglio comunale: due sedute a vuoto. La maggioranza diserta l’aula

Alla base della “clamorosa” presa di posizione della maggioranza ci sarebbe forse proprio una “ripicca” nei confronti della minoranza per i loro abbandoni d'aula

Nulla di fatto ai due ultimi consigli comunali di palazzo San Biagio di giovedì e venerdì pomeriggio, che non si sono riuniti per mancanza del numero legale.  Questa volta, a sorpresa, a disertare aula è stata la maggioranza che sostiene il  sindaco Giuseppe Di Mare che, per due sedute  consecutive, non si è presentata sugli scranni consiliari non consentendo così, né in prima né in seconda convocazione né in aggiornamento, il regolare svolgimento del Consiglio che interessava probabilmente più l’opposizione, visto che all’ordine del giorno c’erano le loro interrogazioni e mozioni.

E ci sarebbe forse proprio una “ripicca” nei confronti della minoranza per i loro abbandoni d’aula– l’ultimo nella seduta precedente del 20 novembre scorso- alla base della “clamorosa” presa di posizione della maggioranza, che mai in due anni si era assentata in massa. Ovviamente nessuno lo dice apertamente, nessuna  dichiarazione ufficiale –se pur richiesta- è infatti arrivata a distanza di ore dalle mancate sedute da parte della maggioranza,  qualcuno tuttavia  era “assente giustificato” perché a casa con il covid e, quindi, impossibilitato comunque a presenziare, ma appare assai difficile pensare che tutti gli altri 11 consiglieri avessero degli impegni inderogabili proprio  ieri e l’altro ieri in coincidenza con le due sedute.

Così giovedì pomeriggio, alle 18,30,  a rispondere all’appello del presidente Marco Stella, sono stati  Roberto Conti, l’unico della maggioranza, Milena Contento, Federico Palazzotto (indipendente), Chiara Tringali   e Mariangela Birritteri dell’opposizione che tuttavia non era neanche così numerosa. Stesso copione ieri pomeriggio, quando si sono visti in aula solo Conti, Contento, Tringali e Giancarlo  Triberio.

Con buona pace per gli ordini del giorno – interrogazioni, mozione per un consiglio comunale monotematico sull’ospedale, livello dei servizi, criticità, disservizi e prospettive future; mozione sulla proposta di donazione delle opere di riqualificazione dell’area cosiddetta del belvedere di viale Colonnello Salerno (richiesta avanzata dagli ex consiglieri comunali del Movimento 5 stelle); mozione sull’ estensione servizio bus urbano alle contrade Samperi e Mafitano- che dovranno essere reinseriti in altre sedute a data da destinarsi.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo