In tendenza

Augusta, concorsi dedicati a Falcone e San Domenico dell’associazione genitori e figli “Unitevi a noi”: premiati i vincitori

Tanti i lavori arrivati anche da fuori provincia e premiati con dei dipinti realizzati da un’artista augustana

Sono stati premiati con i dipinti di una artista augustana, Giuseppina Commendatore, i vincitori della seconda edizione di due concorsi dedicati a Giovanni Falcone e al patrono di Augusta,  San Domenico e promossi dall’associazione di genitori e figli “Unitevi a noi”.

Per il primo contest dedicato a  Falcone ha vinto per la categoria testo scritto la poesia di Ivana Accolla, per l’elaborato grafico il disegno di Amanda Briganti e Asia Salmeri  del IV istituto comprensivo Domenico Costa. Menzioni speciali per gli  elaborati grafici della III A del   terzo  istituto comprensivo Todaro, di Giulia ed Erica Vaiasicca e l’acquerello di Emanuele Tringali.

Per il secondo contest dedicato a San Domenico primo posto per il  testo scritto alla poesia di Luca Criscimanna del secondo istituto comprensivo Orso Mario Corbino,  per l’elaborato grafico si classificato primo il disegno acquerellato di Laura Marra del secondo istituto comprensivo Corbino. Menzioni speciali per il disegno di Gabriel Marchese del IV istituto comprensivo Costa e la poesia  di Lorenzo Sambataro del II istituto comprensivo Corbino.

La premiazione si è svolta nei giorni scorsi nel salone di rappresentanza “Rocco Chinnici” del Comune alla presenza del sindaco Giuseppe Di Mare e degli assessori Giuseppe Carrabino e Ombretta Tringali che hanno anche ricevuto tre miniature di “purteddi” di carretti siciliani creati da un’altra artista augustana, Rosanna Scarcella.

“Tanti i lavori che sono arrivati, molti di Augusta ma anche da fuori, da  Caltanissetta, Palermo, Messina, Catania, ma anche da fuori Sicilia come Caserta e Bari,  ovviamente per il primo contest e di questo siamo molto soddisfatti, la commissione ha avuto un grosso lavoro da fare per scegliere chi premiare” – ha detto il presidente Antonio Caruso che si è detto grato ai numerosi  partecipanti, tra cui anche gli istituti comprensivi  che “con la loro presenza, hanno confermato il gradimento suscitato dalla nostra iniziativa che ha inteso celebrare, con  modestia,  un’emblematica figura di magistrato e il nostro amato santo protettore”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo