In tendenza

Augusta, carcere e sciopero della fame: morti due detenuti

Il primo è siciliano, il secondo russo, quest’ultimo avrebbe messo in atto la forma di protesta per l’estradizione nel suo paese di origine

Due detenuti del casa di reclusione di Augusta sarebbero  morti, a distanza di un mese l’uno dall’altro, per le conseguenze di uno sciopero della fame. Il primo a perdere la vita è stato un siciliano deceduto  il mese scorso, il secondo invece  era di nazionalità russa ed è spirato nei giorni scorsi  in ospedale. Quest’ultimo avrebbe messo in atto l’estrema  forma di protesta per “dar vita a pressioni sulle autorità per l’estradizione nel suo paese di origine”.

Lo riporta l’Agi che cita la segreteria provinciale del Sippe: “Apprendiamo con rammarico di queste disgrazie che dimostrano come il lavoro del poliziotto penitenziario è unico, delicato e particolare e come tale deve essere affrontato. Purtroppo non sempre è così”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo